Italia Nostra

Data: 31 Luglio 2015

Finalmente le demolizioni degli immobili abusivi nella Valle dei Templi di Agrigento

Dopo le diffide giudiziarie da parte della Procura della Repubblica di Agrigento, dopo i ripetuti esposti di Italia Nostra, di Legambiente e di altre associazioni culturali e ambientaliste, partono finalmente le demolizioni degli immobili abusivi nella Valle dei Templi. Alle demolizioni si è giunti dopo le recenti diffide (maggio-giugno 2015) della Procura di Agrigento inviate al Comune di Agrigento, al Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, alla Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali (vedi https://www.italianostra.org/?p=42206).

E’ stata una ditta di Palma di Montechiaro ad aggiudicarsi, per circa 80 mila euro, i lavori di demolizione degli immobili abusivi, in “zona A” del superbo parco archeologico, patrimonio Unesco. Il Comune di Agrigento ha bandito una gara d’appalto di 115 mila euro, a base d’asta. I primi immobili ad essere abbattuti saranno cinque case, un ovile e alcune baracche in legno. Il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo, nelle varie diffide, è sempre stato chiarissimo: «Si rimane stupefatti in ordine al diniego di competenze che codesti Uffici disattendono, nonostante i precisi obblighi provenienti dalle leggi vigenti. In assenza di precise, circostanziate e dettagliate risposte principalmente esecutive alle richieste provenienti da questa Autorità giudiziaria, si dovrà procedere per abuso d’ufficio, omissione di atti d’ufficio a carico dei responsabili tecnici degli uffici competenti che, con perdurante, ostinato ritardo, impediscono il ripristino della legalità nella zona del Parco Archeologico della Valle dei Templi. Le Amministrazione procedano senza ritardo, nell’ambito delle rispettive competenze, all’esecuzione delle sentenze notificate da questa Autorità Giudiziaria che hanno disposto la demolizione di immobili abusivi edificati nella zona A».

Indubbiamente la nuova Amministrazione comunale agrigentina, il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, la Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali sono stati solerti. Efficaci. Una buona notizia, una volta tanto. 

Certo, guardando la selva di palazzi che sovrasta il centro storico di Agrigento (palazzoni in cemento armato anche di 20 piani) che sono stati costruiti sull’antica Rupe Atenea e da cui è partita la frana del 1968 che ora investe la Cattedrale, noi di Italia Nostra non possiamo non affermare che, subito dopo le demolizioni degli immobili abusivi nella Valle di Templi, è lì che bisogna intervenire, con uno specifico piano, con una vera e propria opera di decostruzione.

Adele Falcetta  Socia Italia Nostra

Leandro Janni – Presidente regionale di Italia Nostra Sicilia

 

Veduta di Agrigento dalla Valle dei Templi_2015

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra