Le campagne

Data: 19 Febbraio 2016

Sequestrato il Castello Svevo di Augusta

Sequestrato il Castello Svevo di Augusta. Il provvedimento è scaturito in seguito alla nostra relazione inviata all’assessore regionale ai beni culturali, alla soprintendenza di Siracusa ed al nucleo Carabinieri tutela patrimonio culturale.

La Sezione di Augusta dell’Associazione Nazionale “Italia Nostra” onlus, in quell’occasione, e precisamente nel mese di ottobre 2015, richiedeva un intervento di somma urgenza per il recupero edilizio delle mura del Castello Svevo di Augusta.

Dr. Fabio Emanuele – per la Sezione di Augusta

Leggi il comunicato sul Castello Svevo di Augusta

***

http://www.tgla7.it/cronaca/sicilia-indagato-il-governatore-crocetta-16-02-2016-101339

> http://video.sky.it/news/cronaca/il_castello_di_augusta_in_rovina_indagato_crocetta/v271680.vid

www.siciliatv.org -Sequestrato il castello di Augusta

https://www.youtube.com/watch?v=5_2Zzq69KQU&feature=youtu.be

Castello Svevo: indagati Crocetta, Lombardo e altri 4 dirigenti [TgMed 16/02/2016]

> http://tgs.gds.it/2016/02/16/castello-svevo-di-augusta-crocetta-indagato-il-punto_475733/

http://www.webmarte.tv/video/6846/augusta-finalmente-il-castello-avra-le-attenzioni-che-merita

http://www.la7.it/coffee-break/rivedila7/coffee-break-20-02-2016-175313

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Sicilia-sigilli-al-castello-di-Augusta.-Crocetta-indagato-1b20985c-c946-455f-8a82-4dd026309dfe.html
http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/media/Sicilia-inchiesta-degrado-castello-Svevo-Augusta-Crocetta-indagato-bc5bc2aa-37da-4c2c-9e34-f4b475923f35.html

***

SIRACUSA 16 febbraio 2016: la presidente della sezione di Siracusa di Italia Nostra, Lucia Acerra interviene in merito al sequestro del Castello Svevo di Augusta.

Ci complimentiamo con la giovane Sezione di  Italia Nostra di Augusta – dichiara Lucia Acerra – che con tenacia ha continuato a denunciare le precarie condizioni del  castello Svevo, monumento simbolo della città.  L’attenzione dell’Associazione sul pregevole monumento risale a molti anni a dietro  e soltanto  dall’allora Assessore Regionale ai Beni Culturali,  Mariarita  Sgarlata  si poté  ottenere un  cospicuo  finanziamento (2 milioni di euro) per il suo consolidamento, somma mai  adoperata a tale scopo nonostante i numerosi progetti presentati dalla Soprintendenza. Accogliamo con grande soddisfazione l’operato della Magistratura e confidiamo che il sequestro del monumento e l’affidamento alla Soprintendente, Rosalba Panvini, preluda all’inizio del suo restauro per restituire alla pubblica fruizione uno dei monumenti più significativi dell’architettura federiciana che in questa parte orientale della Sicilia, al di qua del fiume Salso, assieme al Castello Ursino di Catania e il  Castello Maniace di Siracusa  rappresentava  un  sistema difensivo   di grande valenza  a  guardia dell’impero”.

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra