Italia Nostra

Data: 27 Giugno 2018

Siracusa, l’edificio della Camera di Commercio come quello delle Poste?

Apprendiamo dalla stampa della paventata dismissione della CAMERA di COMMERCIO, in quanto tale, e di un “concorso di idee” per stabilire come utilizzare lo storico Edificio di Via Duca degli Abruzzi, perché “troppo grande e con troppo poco personale” e “vuoto di qualsiasi attività in favore di imprese e cittadini”, indetto dal gruppo dirigente insediatosi a seguito del maxi-accorpamento.

L’idea è l’evidente conseguenza della scriteriata operazione sulle Camere Territoriali di CT-SR-RG, finita in mano ad un gruppo dirigente totalmente estraneo, purtroppo, a Siracusa e quindi poco adatto a tutelarne gli interessi. In sostanza, l’ennesimo azzeramento di quel che rimane delle Istituzioni nella nostra città, nell’indifferenza di quanti ci rappresentano. Si vorrebbe trasferire quel che rimane degli Uffici Camerali  in un anonimo fabbricato di Via Sele la cui ristrutturazione, prevedendo tutt’altra destinazione, rischia di rimanere a secco di risorse.

Per tutte, ricordiamo lo scippo della Banca d’Italia nonché lo stravolgimento del Palazzo delle Poste, uno dei più belli d’Italia, reso ancor più pregevole dalla splendida posizione sul mare di Levante, i cui servizi sono stati riallocati in uno squallido ed angusto prefabbricato all’estrema periferia della città dove, per ritirare una raccomandata, ci si accalca in pochi metri quadrati.

Le ragioni addotte dal Comitato di Gestione a trazione catanese-palermitana con qualche “incursione” ragusana:

  • “troppo grande e con troppo poco personale”
  • “vuoto di qualsiasi attività in favore di imprese e cittadini”

sono tendenziose e facilmente contestabili con argomentazioni di stretta matematica e di   elementare buon senso. La matematica, in quanto scienza esatta, consente agevolmente di smontare la prima  argomentazione.

La CAMERA di Siracusa ospita 19 dipendenti in 3.000 mq con  157,89 mq a dipendente;

quella di Catania ospita 60 dipendenti in 10.000 mq con 166,66 mq a dipendente;

quella di Ragusa ospita 21 dipendenti in 4.000 mq con 190,47 mq a dipendente.

I numeri dicono chiaramente che la Sede di Siracusa è quella che più contraddice l’assunto: “troppo grande e con troppo poco  personale”.

Andiamo al: “vuoto di qualsiasi attività in favore di imprese e cittadini” ricordando che, oltre agli Uffici d’Istituto, l’Edificio di Siracusa si prepara ad allestire la sua Biblioteca storica (attività per i cittadini) ed ospita il Consorzio del Limone igp, prodotto di altissima fascia di fama internazionale (attività per le imprese).

E, perché no, potrebbe altresì in futuro ospitare anche altri “Consorzi” di produzioni agricole pregiate della Provincia come quello della mandorla di Avola, dell’olio igp degli Iblei, dell’arancia rossa igp di Lentini, del pomodorino igp di Pachino.

Inoltre è stato trascurato un altro importantissimo aspetto della questione e cioè che l’edificio è oggetto di un cospicuo finanziamento da parte  del Ministero delle Attività Produttive, ottenuto dalla Giunta uscente, per diventare: “Centro polivalente di servizi alle imprese con indirizzo  turistico, agroalimentare e di formazione e che una diversa destinazione d’uso comporterebbe la perdita del finanziamento.

ITALIA NOSTRA non può consentire che venga manomesso e stravolto un altro pezzo della storia architettonica ed economica della Città: la CAMERA DI COMMERCIO, una delle più antiche d’Italia, fondata  oltre 150 anni fa con Regio Decreto del 5 ottobre 1862, n. 872, mentre le Sedi di CT e di RG, pur con maggiore metratura e minore utilizzo, non vengono minimamente toccate.

Lo stravolgimento del Palazzo delle Poste, con ameno affaccio sul mare di Levante,  docet; ora si vogliono mettere le mani anche su quello della Camera di Commercio con splendido affaccio sul Porto Grande! Non siamo più disposti a subire prepotenze immotivate!

Pertanto il Direttivo della Sezione ritiene doveroso affiancare “Territorio Protagonista” in questa sacrosanta battaglia a difesa dell’integrità Istituzionale ed Architettonica dell’Edificio di via Duca degli Abruzzi, eccellente testimonianza di un’arte antica e sapiente che ha abbellito per secoli questo splendido angolo di Ortigia.

 

Siracusa 26 Giugno 2018

 

 

ITALIA NOSTRA – Il Consiglio Direttivo della Sezione di Siracusa

Lucia Acerra – Presidente

Liliana Gissara – Vicepresidente

Pina Cannizzo – Consigliere

Leandro Janni – Consigliere

Vittorio Fiore – Consigliere

Vittorio Buscema – Consigliere

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra