Italia Nostra

Data: 13 Gennaio 2011

Via i ponteggi dal Tempio. Trovati i fondi per Selinunte

Possiamo annunciare – afferma il consigliere nazionale Leandro Janni  – che la “lista rossa” di Italia Nostra, relativa ai monumenti da salvare nel nostro Paese, produce i primi, benefici effetti. I templi e il grande sito archeologico di Selinunte compaiono in evidenza nel nostro elenco dei beni culturali manchevoli di una appropriata manutenzione e quindi a rischio, testimoniando l’urgenza di pensare al modo in cui difendere questo straordinario patrimonio da superficialità e incuria. La novità è questa: sollecitato anche dalla iniziativa di Italia Nostra, l’assessore regionale siciliano per i Beni Culturali, Sebastiano Missineo, ha provveduto a sbloccare un’insostenibile situazione di stallo, dando il via ad un finanziamento di somma urgenza di circa 180 mila euro. Insomma: entro un paio di mesi sarà smontato il ponteggio che ingabbia il Tempio di Selinunte”. Una buona notizia, un segnale di attenzione e impegno.

“Dopo dieci anni – dice l’assessore Missineo – riusciremo finalmente a smontare il ponteggio e a restaurare i due capitelli dell’ala nord del Tempio, che versano in uno stato di preoccupante degrado dopo l’intervento degli anni Settanta”. L’ultimo restauro al Tempio di Selinunte risale al 1926 ma, tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta, ai capitelli furono applicate barre di ferro e acciaio per tenere insieme le colonne. “La preoccupazione maggiore – spiega il direttore del parco di Selinunte, la dr.ssa Caterina Greco – riguardava proprio questi due capitelli, perché le barre in ferro, dilatandosi, avevano provocato la rottura delle parti in pietra e causato il degrado della struttura”. Dal momento dell’appalto passeranno un paio di mesi. “Per un restauro complessivo – aggiunge l’assessore Missineo – servono quasi 3 milioni di euro. Ad ogni modo, contiamo di riuscire, nel più breve tempo possibile, a recuperare i fondi necessari”.

Gennaio 2011

Leandro Janni

Consigliere  nazionale Italia Nostra

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra