Italia Nostra

Data: 19 Marzo 2020

Tagli boschivi: l’Alleanza delle Associazioni Ambientaliste Marchigiane scrive all’assessore all’agricoltura regionale.

Sulla questione dei tagli boschivi interviene l’Alleanza delle Associazioni Ambientaliste Marchigiane e scrive una missiva all’assessore all’agricoltura della Regione. “Nel rilevare un evidente anomalia climatica nel decorso dell’ inverno 2019 – 2020, esprimiamo la nostra preoccupazione sulla prosecuzione delle attività silvane, particolarmente i tagli boschivi dei cedui – si legge nella nota – La stagione invernale, in fase conclusiva, è stata sostanzialmente assente, tanto che le medie invernali di località generalmente fredde, come ad esempio Urbino, sono quest’anno paragonabili a quelle normali nelle città della Sicilia centrale o meridionale. In tale contesto, il risveglio vegetativo è stato estremamente precoce e osserviamo già fioriture vistose e addirittura l’emissione delle foglie per alcune specie forestali, anche in aree montane. L’attività vegetativa è oramai in corso, quindi, a tutte le quote, fino al limite superiore del bosco. In tale inusuale contesto, riteniamo sia necessaria la sospensione anticipata dei tagli nei cedui della regione, onde evitare danni diffusi alle ceppaie e di conseguenza ai suoli, ovvero al patrimonio boschivo regionale”. Aderiscono alla rete dell’Alleanza della Associazioni Ambientaliste Marchigiane: Club Alpino Italiano (Marche e Pesaro), Forum Paesaggio, Gruppo intervento Giuridico (GRIG), Italia Nostra, Lega Anti Caccia (LAC), Lega Anti Vivisezione (LAV), Lupus in Fabula, Federazione Pro Natura, WWF Italia.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra