Italia Nostra

Data: 2 Dicembre 2017

Apertura straordinaria di Santa Chiara

Sabato 2 dicembre 2017, alle ore 16, si è riaperta la Chiesa di Santa Chiara a Massa vecchia, per una manifestazione di ringraziamento per il buon esito dei restauri degli interni effettuati a carico dei coniugi Isabella Piccinini e Giuseppe Ricci.

L’iniziativa religiosa-culturale è iniziata con il Vespro al termine del quale il Presidente Giampaoli ha spiegato il motivo dell’incontro, poi ha passato la parola alla Vice Prs.ssa della Sezione, Prof. Isabella Piccinini ed al Marito Giuseppe Ricci che hanno parlato dei lavori effettuati in circa due mesi di impegno giornaliero guidando l’operaio Sig. Laurento che è stato ringraziato e premiato con un libro sulla Chiesa ed alcune stampa di Italia Nostra per l’ottimo lavoro svolto.

Dopo è intervenuta la Prof. Franca Leverotti con una relazione storica sulla Chiesa e sul Convento delle suore di clausura, intervento ripreso dall’Arch. Ferdinando Sacchetti che ha illustrato brevemente anche i restauri.

Durante l’iniziativa è stata letta una lettera della figlia dei Ricci (che riportiamo qua sotto) che in questo modo ha voluto ringraziare i propri genitori.

Al termine i presenti si sono fermati a degustare la “merenda del pellegrino” allargata e rinforzata con vari prodotti locali e con vini spumanti.

 

LETTERA AI MIEI GENITORI

Quando dicono si è “accesa una lampadina”… Poi da lì parte l’idea. Dall’idea si passa al progetto. All’impegno nell’eseguire un lavoro, ma senza la forza di volontà non si farebbe nulla e non ci sarebbe un inizio.

Una scritta diceva più o meno così: si parte dalle piccole cose per arrivare alle stelle, dalla piccole idee, dai sogni, dai desideri per realizzare poi grandi opere. Basta iniziare, credere al sogno da realizzare, visualizzare la realizzazione, poi i mezzi si trovano, gli aiuti vengono, arrivano le persone giuste e il lavoro prende forma, si compie una volontà universale, voluta da Dio, arrivando alla piena realizzazione di quel sogno “l’idea prende forma”.

Le cose non accadono mai per caso, poi come la corrente di un fiume, che segue regolarmente il suo corso, vanno da sè. Complimenti ai miei genitori che sono stati quella lampadina che si è accesa (l’idea) e da lì, con l’aiuto di Dio, e della Madonna del Carmine, ma soprattutto con la tenacia e la forza di mia madre che sono sempre state le sue doti più grandi, donatele da Dio, alla nascita, ha portato a compimento un’opera che solo una “pazza” come lei poteva pensare, iniziare e realizzare.

Mio padre ha sconfitto la prigione della sua malattia, uscendone fuori e trovando la forza di un leone, per muoversi, arrivare alla chiesa del Carmine e lì scattare foto che documentano questa grande opera di restauro. Due mesi di lavori, di grandi sacrifici per i miei e per il sig. Laurento che è stato meglio di Superman. Un uomo e una scala per arrivare alle stelle con l’aiuto del cielo che lo destinò alla realizzazione di questa magnifica opera di restauro.

I miei genitori sono un esempio di forza, onestà, tenacia, ma soprattutto di cosa significa salvare un bene storico, di grande senso civico e rispetto per tutta l’umanità. Principi sani e rispetto per l’intero universo.

Lo stesso universo da dove è partita quell’idea e da dove si è accesa quella lampadina. Sono tornata al punto di partenza, la lampadina accesa volutamente dall’universo stesso… mio fratello sintetizza in una parola: successone! Complimenti di cuore!

Vostra figlia Barbara.

Massa 2 dicembre 2017

 

Isabella Piccinini – Giuseppe Ricci- Sig. Laurento – Bruno Giampaoli

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra