Italia Nostra

Data: 13 Ottobre 2018

Comunicato sulla Foce (bocca) del Frigido

Ora che si sono  alzati  i due ponti  sul litorale a garanzia della sicurezza del Frigido, con ampio impegno   economico,  non rimane che  sistemare la foce del fiume che, come si vede dalla foto,  risulta quasi completamente tappata quindi ci chiediamo, e chiediamo a tutti  gli enti preposti alla manutenzione e alla sicurezza idraulica: Genio Civile e  Consorzio Toscana Nord,  cosa   aspettano  ancora per intervenire, definitivamente, per risolvere l’annoso problema più volte segnalato.

In realtà da anni affermiamo che il vero pericolo del fiume è il tappo che si forma alla foce e che   oltre a generare  pericolo idraulico impedisce   il normale transito  alle imbarcazioni da diporto come quelle del Circolo della Vela e/o piccole barche da pesca.

Per questo  continuiamo a chiedere il ripristino delle scogliere poste  alla foce  del fiume che risultano  sbilanciate tra loro in quanto il  pannello   di sinistra  risulta   in linea con la  foce mentre quello di destra   è  molto distante così come è il

parere di un esperto idraulico:

“Sulla foce esistono due pennelli,: quello a sinistra  abbastanza profondo mentre a destra il pennello è molto distanziato. In questo modo si crea un’ansa enorme, tutto il materiale che arriva dal Frigido verso mare si deposita e quando c’è mare grosso la corrente lo riporta all’interno del fiume. Servirebbe una serie di lavori sia sul corso d’acqua che sulle opere a mare”

 

Nella foto, tratta dallo studio idraulico del Prof. Caniparoli, si vedono i bracci  di scogliera originale nella seconda  si nota lo spostamento che crea  l’effetto dell’accumulo della sabbia.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra