Italia Nostra

Firenze: SOS Parco delle Cascine

30 Maggio 2024

Dopo lo S.O.S. inviato per il giardino della Fortezza, inviamo un nuovo S.O.S. anche per il Parco delle Cascine. Come quello della Fortezza, un altro bene culturale monumentale ereditato dai lavori per la Firenze Capitale (1865-1870) progettati e diretti da Giuseppe Poggi. Allora con la nascita del sistema di verde urbano, grazie all’opera di uno dei più celebri tecnici giardinieri, Attilio Pucci, la tenuta granducale delle Cascine, già ristrutturata come parco paesaggistico fra la fine del’700 e i primi decenni dell’ 800, ceduta al Comune di Firenze, divenne il primo grande parco pubblico per tutti gli abitanti della città. Per oltre un secolo l’Amministrazione Comunale, nonostante significative trasformazioni dell’area agricola della ex tenuta granducale, ha garantito la conservazione di questo prezioso bene culturale e ambientale.

Da circa 30 anni il progressivo abbandono della ordinaria cura e manutenzione, conseguente alla smantellamento del servizio comunale dei giardini e parchi a favore dell’esternalizzazione dei lavori e dei servizi, assieme al progressivo incremento degli usi impropri a cui viene sottoposto (luna park, mercatini, fiere ed eventi musicali di grandi dimensioni, traffico veicolare) sta seriamente vandalizzando e mettendo a rischio di sopravvivenza questo bene culturale.

Questi effetti di degrado e di abbandono del parco da decenni denunciati dalla Sezione di Italia Nostra sono stati drammaticamente confermati anche nel corso della visita al Parco delle Cascine organizzata nell’ambito della SETTIMANA del PATRIMONIO CULTURALE: “Giardini storici, parchi e alberature urbane” (11-19 maggio 2024) che ha portato i partecipanti nei luoghi descritti dal video dove le belle testimonianze progettate e realizzate alla fine del ‘700 dall’arch. Giuseppe Manetti, assieme allo scenografico ingresso dalla città progettato da Giuseppe Poggi oggi lottano per difendere la loro bellezza dall’assalto e dall’avanzare dell’incuria, non custodia, vandalismi. Italia Nostra nel continuare in questa azione di denuncia di vandalismi al patrimonio culturale e di narrazione della bellezza che ancora sopravvive, vuole ricordare che da tempo sta facendo puntuali proposte, purtroppo senza risposte, per rimediare a questo disastro: la ricostituzione di un servizio giardini comunale dotato di figure professionali per progetti di restauro e la conservazione di un parco monumentale e di un organico di almeno 1 tecnico giardiniere/boscaiolo per ogni 200 alberature ornamentali. E ancora ricorda che con proprie competenze professionali ha già redatto e presentato un progetto di massima per una prima fase di recupero e restauro del Parco delle Cascine (nel video è riportata appunto una delle tavole di inquadramento del progetto). E questa per noi è l’unica strada per interrompere “lo scempio della leggiadria” e iniziare un percorso virtuoso perché questa leggiadria sopravvissuta sia ritrovata, custodita e dilatata.

Per vedere il video: cliccare qui

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy