Italia Nostra

Data: 13 Settembre 2012

Il Parco delle Alpi Apuane

Istituito con la legge regionale n.5 del 21 gennaio 1985, esteso 20.598 ettari, comprende due Provincie, Massa Carrara e Lucca, 5 comunità montane e 16 comuni.
Tuttavia solo con la legge del 21 luglio 1997 l’Ente di gestione è entrato (parzialmente) in funzione; infatti a tutt’oggi la Regione Toscana NON ha ancora approvato il Piano del Parco.
Lo spartiacque principale della catena, che in parte si affaccia sul mare, corre a circa 1700 m. s.l.m., con le sue 7 vette di altezza superiore, tra le quali ricordiamo il Pizzo d’Uccello (m. 1781), il Cavallo (m. 1888), il Pisanino (m. 1946), la Tambura (m. 1890), la Pania della Croce (m. 1858).

Punti di forza:

1. la presenza di pareti di roccia, con torrioni, picchi e scarpate costituiscono un’attrattiva per l’attività alpinistica. Eccezionale è la parete nord del Pizzo d’Uccello, paragonato al Cervino;

2. un bacino marmifero unico al mondo, quello di Carrara, che però è sottoposto ad un’escavazione selvaggia, senza regole, che lo scorso anno, per questa ragione non ha avuto il riconoscimento Unesco e, per volontà dell’amministrazione comunale, è stato tolto dall’area del Parco;

3. lo sviluppo di cavità carsiche ipogee: grotte, antri, pozzi e voragini tra i più lunghi e articolati d’Italia, frequentati da speleologi, in parte attrezzate e messe in sicurezza (come l’abisso Revel, che ha un pozzo a salto unico di m. 316, uno dei più profondi al mondo, o l’abisso Roversi di m. 1250, tra i più profondi d’Italia). Alcune cavità: Grotta del vento, buca di Equi, antro del Corchia sono state attrezzate per essere visitate dai turisti;

4. il dilavamento delle rocce ha portato alla formazione delle cosiddette “Marmitte dei Giganti”, cioè grandi cavità emisferiche e cilindriche dalle pareti liscissime, presenti lungo diversi ruscelli;

5. circhi glaciali relitti, localmente denominati catini, si trovano a nord del Sagro (il Catino), del Pizzo d’Uccello (Cantoni di Neve Vecchia), sul versante orientale del Roccandagia (Campocatino), sul fianco settentrionale del Corchia (prati di Puntato) e nel Sumbra… (continua a leggere la scheda)

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra