Italia Nostra

Data: 13 Maggio 2014

Le cave della Montagnola Senese- Comitato per la Salvaguardia

Le Cave in Comune di Sovicille: La Carta delle Risorse della Toscana prevede per la Montagnola Senese soltanto cave di pietra ornamentale. Tali cave devono produrre almeno il 20% di ornamentale; il restante 80% puo’ essere di inerti (marmo rotto; marmo che finisce come granulato o polvere). Le cave attive della Montagnola sono sei, di cui due chiudono e altre due riaprono. Sono coltivate da quattro ditte, due dei quali sono proprietari di impianti di frantumazione del marmo.

I volumi estratti da tali ditte sono cento volte i volumi che estraggono le altre due ditte, che sono artigiani che valorizzano il marmo, lavorano lotti piccoli, sviluppano economia locale e fanno relativamente poco danno. La Montagnola Senese è un Sito di Importanza Comunitaria per la natura, dove il PRAER permette soltanto l’estrazione di “materiale unico non disponibile altrove” (GIALLO DI SIENA). Il granulato e il carbonato di calcio non e’ certo “materiale unico”. Alcune cave esistono in virtu’ di un equivoco, cioe’ che estraggono marmo giallo integro in blocchi… (continua a leggere)

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra