Italia Nostra

Data: 15 Marzo 2018

Piazza Garibaldi a Massa, brutta e spelacchiata

A distanza di un anno dal nuovo impianto arboreo in Piazza Garibaldi, ci corre l’obbligo di intervenire per soddisfare la richiesta di molti cittadini che, preferiscono rivolgersi all’Associazione anziché all’Ente comunale cui non intendiamo penetrare nella ragione di tale preferenza, essi ci dicono della loro perplessità per un risultato “discutibilmente insoddisfacente”.

Per rimanere sulla questione tecnica ed imparziale ci siamo rivolti ad esperto del settore e riportiamo integralmente le sue considerazioni sulla recente sistemazione vegetale di Piazza Garibaldi.

Ecco le sue stringate considerazioni.

“La palma scelta dovrebbe essere Syagrus romanzoffiana, originaria di Brasile Meridionale, Paraguay e Argentina Settentrionale. Si tratta di una specie di scarsa consistenza, ossia ben poco vistosa, e, anche se sulle valutazioni estetiche ogni posizione è opinabile, penso che non si possa definire di aspetto particolarmente gradevole. Aggiungo che i diversi individui, che, dopo un anno, non paiono godere di buona salute, sono stati dislocati male, essendocene quattro a ridosso del vecchio cedro (davanti all’ingresso dell’ex Banca d’Italia) e con questo, se sopravvivranno, destinati ad intrecciarsi.

In altri punti, essi sono troppo diradati e mi riferisco alle vicine aiole (parte della piazza verso Montignoso), che sono del tutto sguarnite, tanto che potevano essere riempite con qualche alberello o arbusto ornamentale (ad esempio, oleandro). “

Sicuramente conveniamo con quanti ritengono che la seconda piazza di Massa, conosciuta da tutti i cittadini oltre che, per la monumentale statua di Garibaldi e per il suo antico ed imponente arredo arboreo non meritava questa decadenza che genera un insulto alla città.

Tutti ricordano con nostalgia le magnifiche e coreografiche palme che la ornavano e creavano un ambiente elegante ed ombroso dove si ritrovavano e sostavano volentieri famiglie intere con bimbi ed anziani, ma da un anno la Piazza è cambiata. Scomparse le palme, tagliate perché malate, ancor prima maestosi alberi sempre verdi mai sostituiti che avevano lasciato ampi spazi privi di ombreggiatura e poi questi “palmizi”, secondo l’Amministrazione Comunale, dovrebbero integrare spazi ed ombre e ornamento in realtà non daranno quanto richiesto e la loro immagine resta quella che tutti vedono e giudicano: palme spelacchiate, busti filiformi, pochi rami e foglie e tanto deprimenti quanto cadenti.

Insieme a molti cittadini, delusi da questo risultato, ci chiediamo se era proprio necessario fare questa ingrata scelta? E se dovremo tollerare questo vero e proprio scempio prima di rivedere, forse, la piazza al suo antico splendore.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra