Italia Nostra

Data: 22 Settembre 2014

Siena: la contestazione è sul Piano Paesaggistico o sull’Assessore?

L’Assessore si è trovata davanti un pubblico ostile che pareva essersi riunito solo per contestare, e non ha potuto fare altro che ripetere la propria disponibilità a valutare le proposte dei viticoltori. Ma di proposte non se ne sono sentite, bensì solo una richiesta: aumentare sempre più il territorio coltivato a vigneti.

Ma i produttori di vino dovrebbero rendersi conto che, prima dei loro interessi economici, c’è il cosiddetto “bene comune”, che è l’habitat dove tutti noi viviamo: l’industrializzazione delle produzioni di vino non porta da nessuna parte; è la qualità che paga, qualità che purtroppo anche con la truffa di pochi giorni fa sul principe dei vini, il Brunello, viene messa in dubbio… (continua a leggere da http://italianostrasiena.wordpress.com)

 

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra