Italia Nostra

Data: 29 Ottobre 2014

Considerazioni sul futuro dell’Arsenale (Verona)

Com’era prevedibile, gli spazi di Castel San Pietro risultano insufficienti per i reperti che oggi si trovano a Palazzo Pompei e dovranno, in parte, essere collocati all’ex Arsenale. Non sono certo i ritrovamenti archeologici emersi dal cantiere che hanno impedito l’intero trasloco. Era sufficiente valutare che il materiale del museo era dislocato su una superficie di oltre seimila metri quadrati, mentre a Castel San Pietro ne sono disponibili meno di quattromila. Ecco quindi la necessità di di-videre quello che era considerato, per importanza, il terzo museo di scienze naturali in Italia in due sedi: a Castel San Pietro l’esposizione e la didattica, all’ex Arsenale, nella palazzina 12, i laboratori tecnico-scientifici e la biblioteca.

Sull’uso da destinare a questo complesso di architettura militare austriaca la Pubblica Amministrazione, considerata la scarsità di risorse economiche, ha deciso di ricorrere a un intervento pubblico-privato, soluzione che consentirà agli ope-ratori privati di intervenire su un patrimonio che avrebbe dovuto essere mantenuto ad esclusivo uso pubblico. Va ricorda-to che dopo quello di Vienna, il nostro era il più grande arsenale dell’epoca, occupando una superficie di ben 140.000 mq… (continua a leggere il documento)

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra