Italia Nostra

Data: 26 Settembre 2014

Sospeso, per ora, il progetto di cava sul Monte San Giorgio di Albettone

Italia Nostra Medio e Basso Vicentino, Associazione ANBO, Comitato Intercomunale Tutela Territorio Area Berica, Legambiente Regionale e i privati cittadini ricorrenti esprimono viva soddisfazione per l’accoglimento, da parte del Consiglio di Stato dell’istanza cautelare di sospensiva relativa al progetto di cava di calcare denominata “S.E.B.” sul Monte San Giorgio di Albettone.

Tale istanza era stata in precedenza respinta dal TAR Veneto al quale le suddette parti ricorrenti l’avevano inoltrata. Con l’ordinanza del Consiglio di Stato le attività di cava non possono iniziare almeno fino a quando il TAR del Veneto non avrà discusso il ricorso. Il nostro auspicio è che la cava possa essere definitivamente bloccata. Le motivazioni sono importanti e determinanti: l’Organo di Stato ritiene che la controversia necessiti di approfondimento nel merito, l’Organo di Stato ritiene che la controversia necessiti di approfondimento nel merito, e in particolare sulla necessità di provvedere ad una programmazione dell’attività estrattiva nel Veneto attesa dal 1982 e al rapporto fra la programmazione regionale e comunale. Si rimane in attesa della fissazione dell’udienza del Tribunale Amministrativo Veneto per la trattazione della causa.

Tale sentenza conforta l’impegno che Associazioni, Comitato e privati cittadini hanno profuso per opporsi al Progetto di Cava Monte San Giorgio, attività che causerebbe la distruzione di uno degli angoli più belli dei Berici e sprona a continuare nell’opposizione fino agli ultimi gradi di giudizio.

 

Andrea Spaliviero – Presidente ANBO

Margherita Verlato – Presidente Italia Nostra MBV

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra