Comunicati

19-11-2019

Sgominata banda di tombaroli in Calabria

Italia Nostra ringrazia i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza e la Procura di Crotone per aver sgominato una banda di ladri di reperti archeologici in Calabria

Italia Nostra plaude alla grande operazione di contrasto ai furti di beni culturali della Calabria scattata in questi giorni grazie al lavoro di indagine dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza e della magistratura, che ha portato a 23 misure di custodia cautelare e sgominato una vera e propria organizzazione criminale responsabile del saccheggio di una serie di reperti archeologici provenienti da vari siti calabresi. Le accuse riguardano danneggiamento del patrimonio archeologico dello Stato, impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato, ricettazione ed esportazione illecita. I magistrati descrivono un’organizzazione dedita al saccheggio archeologico, ben radicata nella provincia di Crotone, capace di foraggiare intere famiglie e strutturata in modo verticistico.

L’attività investigativa dei carabinieri dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza ha individuato scavi clandestini nei siti archeologici di “Apollo Aleo” di Cirò Marina, di Capo Colonna, di “Castiglione di Paludi” nel Comune di Paludi, nel Cosentino, nell’area di Cerasello ed in tante altre aree private dislocate nel territorio della provincia di Crotone e Cosenza. Proprio il parco archeologico cosentino è spesso bersagliato da bande di “tombaroli” alla ricerca di reperti. Importanti sono state soprattutto le segnalazioni della Soprintendenza Archeologia Belle arti e Paesaggio per le Province di Catanzaro, Cosenza e Crotone di “alcune buche rinvenute in prossimità dei resti archeologici, probabile testimonianza dell’intrusione di scavatori clandestini”. Per mettere in sicurezza le imponenti fortificazione dell’antica città della popolazione italica dei Brettii del IV-III sec. a.C. Italia Nostra ha proposto l’istituzione del Parco Archeologico di Paludi.

Italia Nostra si unisce a Ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, nel ringraziare i Carabinieri e la Procura di Crotone.

Teresa Liguori, Vice Presidente nazionale Italia Nostra

(immagine da www.crotone24news.it)

Ufficio stampa | Flavia Corsano 335-5344767 | ufficiostampa@italianostra.org

Commenti

Commenti chiusi

Italia Nostra Onlus