Nazionale

03-12-2012

Strategia Energetica Nazionale: le osservazioni di Italia Nostra

Italia Nostra tutela l’ambiente e il paesaggio e considera il sistema energetico un fattore chiave in questi campi. Nel 2008 ha prodotto “la Carta di Mantova” per il miglioramento della qualità dell’aria in Valpadana e successivamente, nei “quaderni dell’energia “ha delineato le linee che intende sostenere in campo energetico. Esse si possono così sintetizzare:
– Risparmio ed efficienza energetica
– Riduzione dell’uso dei combustibili fossili
– No all’energia nucleare di terza generazione
– Utilizzo delle fonti rinnovabili solo nel rispetto dell’ambiente e del Paesaggio e della vocazione dei diversi territori del Paese.
– Impulso alla ricerca.
La Strategia Energetica Nazionale che il Ministero per lo Sviluppo Economico propone per la consultazione pubblica, conferma in parte queste linee (risparmio), ma se ne allontana nella sostanza, sia per lo sviluppo che intende dare al settore gas naturale nel breve periodo, sia perché non pone limite allo sviluppo delle rinnovabili, in particolare quelle elettriche. Viceversa il Ministero propone un potenziamento delle infrastrutture relative al gas al fine di diventare hub del Sud Europa; e ciò per abbassare i costi dell’energia da gas naturale e venderla ad altri paesi europei, disponendo l’Italia di capacità sovrabbondante a causa del gran numero di centrali turbogas installato negli ultimi anni e della riduzione dei consumi di energia dovuta alla crisi, all’apporto delle rinnovabili e del risparmio energetico. Inoltre vuole incentivare la ricerca e l’estrazione di olio e metano nel territorio nazionale e nei mari adiacenti. L’uso del carbone rimarrebbe costante al 16% del totale di energia prodotta.
Italia Nostra non può essere d’accordo con questo programma, sia sotto l’aspetto ambientale perché non è sostenibile, ma anche economico, sociale.
Sotto l’aspetto ambientale, l’uso di combustibili fossili determina due fenomeni gravissimi:
1- il riscaldamento globale dovuto all’effetto serra della CO2 prodotta nella combustione con conseguenze letali per molte specie biologiche, scioglimento dei ghiacci, eventi tropicali anche in zone temperate, ecc.
2- Inquinamento dell’aria principalmente da polveri sottili, biossido di azoto e ozono, soprattutto nelle zone meno ventilate del pianeta come la Valle Padana… (continua a leggere i documenti relativi alle osservazioni di Italia Nostra alla SEN) NB. essendo 4 documenti occorrono alcuni secondi per il loro caricamento

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Italia Nostra Onlus