News dal territorio

05-03-2020

Trieste: Italia Nostra in sopralluogo con soprintendenza e comune per la tutela del quartiere Ford.

Trieste: Italia Nostra in sopralluogo con Soprintendente e assessore comunale per tutelare il quartiere Ford. All’incontro, tenutosi ieri, erano presenti la Soprintendente di Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia Simonetta Bonomi, l’assessore del Comune di Trieste Giorgio Rossi, i dirigenti di settore Enrico Conte e Giulio Bernetti, e ovviamente l’ideatrice, la presidente di Italia Nostra Trieste Antonella Caroli e il segretario della sezione Bruno Ricamo. Italia Nostra sezione di Trieste si muove da oltre vent’anni per la tutela del Porto Vecchio con un impegno tradottosi in un masterplan presentato al Mibact di Roma nel 2013 e nel 2018 senza considerare l’impegno per l’apposizione dei vincoli alle strutture portuali. Ancora nell’agosto 2001, 21 edifici storici erano stati tutelati con vincoli diretti dalla Soprintendenza per i BAAAS e altri 32 edifici sottoposti a vincolo indiretto (art.2 del D. Lgs. 490/1999). Il sopralluogo ha permesso di individuare altri edifici meritevoli di tutela. Un esempio, secondo Antonella Caroli, di come sia necessario, “prima di una demolizione o trasformazione, conoscerne la storia e capire con quale edificio si ha a che fare. Prima di tutto viene il rispetto della storia, come già accaduto a Londra, Amburgo e in tante altre città-porto e poi, a seguire, gli interventi di riqualificazione.” Il magazzino 27 b, nello specifico, possiede una potenza architettonica molto persistente, mantenendo al suo interno il sistema Hennebique e, manifestando nella facciata posteriore, i caratteri stilistici della Wagnerschule. Secondo Italia Nostra, potrebbe diventare una possibile sede museale per valorizzare la storia dei trasporti locali, dai tram ai filobus, che giacciono negli hangar cittadini.



Italia Nostra Onlus