Italia Nostra

Data: 28 Ottobre 2022

Socio Meritevole 2022, Italia Nostra Colorno e Bassa est designa Franco Piccoli

Franco Piccoli

Alcune note biografiche a cura di Luigi Simeone, socio di Italia Nostra sezione Colorno e Bassa est

Franco Piccoli nasce a Colorno il 30 Giugno del 1942 nel rione conosciuto come Corte di Daia.

Franco Piccoli svolge il Servizio militare a Roma nel 1963 presso il Ministero della Difesa divenendo autista di un Generale Ispettore Capo Uff. Generali che accompagnava in ogni suo spostamento.

A Roma ha modo di stringere forte amicizia fraterna con il cugino Carlo Rissone, discendente di una nota famiglia di artisti, che in seguito divenne scenografo a Cinecittà di Federico Fellini.

A Roma Piccoli visitò il Quirinale e rimase molto colpito nel notare che diversi arredi, come gli arazzi e persino lo scrittoio del Presidente della Repubblica, provenissero dalla Reggia di Colorno. Provò così a immaginare come dovevano essere gli ambienti ai tempi dei Duchi e così si rinforzò il suo stretto legame e interesse per Colorno.

Sempre durante il servizio Militare, Franco Piccoli visitò il Mercatino antiquario di Porta Portese ove l’attenzione di Piccoli cade su una distesa di cartoline adagiate su di un telo. Una di essere sembrava riprodurre uno scorcio di Colorno. Osservando attentamente era proprio così. Si trattava di una veduta dell’argine della Parma con la Madonnina della Neve, ma con un ponte diverso da quello reale, forse più antico. Piccoli acquistò immediatamente l’immagine e da quel momento iniziò il suo amore rivolto al recupero di fotografie e documenti direttamente connessi a Colorno. Un interesse vivissimo che continua immutato ancora oggi.

Antonio Simeone incoraggiò Franco Piccoli a proseguire e insieme negli anni ’70, in occasione della Fiera, organizzarono presso il Palazzo di Colorno una mostra fotografica con immagini in retrospettiva che destò molto interesse.

Franco Piccoli era ormai lanciato in numerose iniziative che da un lato lo vedevano impegnato in attività di ricerca storica e dall’altro dedito alla fotografia come autore armato della sua Rolleiflex 6X6  e più avanti della inseparabile Zenza Bronica.

Grazie all’interessamento di Piccoli, nel 1969, la sala del Trono della Reggia, ancora occupata come abitazione dal Direttore dell’Ospedale Psichiatrico Provinciale Tomasi, aprì le porte al pubblico con una mostra fotografica.

Fu però a partire dagli anni ’80, grazie a Germano Biacchi, titolare della Tipografia “La Colornese”, che le immagini storiche raccolte poterono essere pubblicate in un pregevole volume intitolato “Ricordo di Colorno”. A questo ne seguirono diversi altri sempre organizzati per narrare aspetti tematici della storia, ma anche vita sociale e lavorativa del paese.

Per molti versi il lavoro di Piccoli nel salvare documentazione fotografica e anche culturale, anticipò di almeno dieci anni quello che altri Comuni fecero solo in seguito.

Per mezzo di queste pubblicazioni oggi possibile ripercorrere storie dimenticate oppure rivedere panorami o personaggi di Colorno perduti per sempre.

Negli anni ’70 collaborò attivamente nel Gruppo “Una Città costruisce una mostra”.

Realizzò tutti gli allestimenti di alcune produzioni che sono ancora ricordate come le esposizioni “Le Regge disperse”, “La Reggia di Colorno nel ‘700” (Anno 1979) o ancora quella dedicata al mondo dei burattini.

E’ grazie a Franco Piccoli che l’artista Omar Galliani venne a Colorno nel 1974 per dipingere un grande affresco nella chiesa di Santo Stefano.

Dal 1983 Franco Piccoli entrò a fare parte della Pro loco di Colorno dando vita al periodo più fecondo dell’Associazione Colornese.

Riorganizzò completamente il Museo dell’Aranciaia facendolo conoscere a livello nazionale grazie a suggestivi e didattici allestimenti che richiamavano a Colorno frotte di turisti e scolaresche.

Parallelamente vennero organizzate in Aranciaia significative esposizioni con i massimi esponenti del mondo fotografico: Franco Fontana nel 1984, Famiglia Weston 1985, Cozzi 1986.

Innumerevoli le iniziative messe in campo a Colorno alle quali collaborò da protagonista. Tra esse le mostre in Reggia “Ciclo e motoclico d’epoca” 1983, “Rassegna del volo” 1984 con molti riferimenti locali e internazionali, “Strumenti musicali” nel 1985, “Ori Peruviani precolombiani” nel 1986.

Franco Piccoli fu tra gli artefici della Sezione “Stampa” del Museo Etnografico in Aranciaia (oggi trasferita in modo permanente a Roma presso la Biblioteca Nazionale Centrale) e quella del Cinematografo.

E da ricordare anche la pluriennale collaborazione di Franco Piccoli alle ricerche storiche del Prof. Giuseppe Bertini come la ricognizione fotografica, in diverse parti d’Italia, degli arredi dispersi un tempo presenti nella Reggia di Colorno.

Tra essi la documentazione fotografica di parte del mobilio oggi presente nel Palazzo Reale di Genova, oppure tutta la ricerca svolta presso la Cappella di corte di San Liborio culminata recentemente in una pubblicazione sostenuta da Italia Nostra con i testi di Angela Leandri.

Strettissimo fu il rapporto di Franco Piccoli con la struttura psichiatrica colornese in cui era stato dipendente per più di 30 anni: molti furono i materiali salvati che vennero raccolti e mostrati al pubblico nel corso di una Mostra in Aranciaia nel 2008 e con le pubblicazioni di un volume monografico e di un DVD.

Dal 2012 Franco Piccoli si iscrive a Italia Nostra collaborando attivamente. Molti sono i progetti che ha in cantiere in attesa di essere presto varati. Franco Piccoli rappresenta per molti un testimone del tempo con una inesauribile vena creativa mossa da una smisurata passione per la “sua” Colorno.

Il 5 Maggio del 2018 a Franco Piccoli viene conferito il titolo di “Cittadino Illustre” per meriti culturali da parte dell’Associazione Lyons Club “La Reggia”.

Elenco pubblicazioni:

-Ricordo di Colorno Volume 1 Ed. TLC Anno 1988

-Ricordo di Colorno Volume 2 Ed. TLC Anno 1997

-Ricordo di Colorno Volume 3 Ed. TLC Anno 2004

-Ricordo di Colorno Volume 4 Ed. TLC Anno 2005

-L’appartamento del Duca Ferdinando. Ed. TLC Anno 2000

-Una Città nella Città. Colorno. Storia dell’Ospedale Psichiatrico Ed. TLC Anno 2008

-Colorno Itinerari tra immagini e parole Ed. Edicta e Bi&Bi Anno 2008

-Lungo le nostre rive Ed. Bi&Bi Anno 2010

-La Real Chiesa di S. Liborio Ed. Grafiche Step Parma. Anno 2015

-Diario di Tomaso Tomasi Ed. Kriss. Anno 2019

-Solstizi ed Equinozi Ed. Kriss. Anno 2020

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra