Italia Nostra

Data: 7 Novembre 2018

Sull’arredo arboreo di Piazza della Liberazione e di Piazza Garibaldi a Massa

Italia Nostra, a norma dell’art. 3 dello Statuto si propone:.. “ di suscitare il più vivo interesse e promuovere azioni per la tutela, la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali, dell’ambiente, del paesaggio urbano, rurale e naturale, dei monumenti, dei centri storici e della qualità della vita”.

Premesso quanto sopra i corre l’obbligo di segnalare, nell’interesse della collettività, alcune osservazioni su l’arredo arboreo di Piazza della Liberazione e di Piazza Garibaldi:

  • di sostituire il pino tagliato, di recente, in Piazza della Liberazione con una magnolia grandi flora, per uniformarsi alla scelta già intrapresa in passato con la messa a dimora di detta pianta nell’aiuola lato mare di fronte al negozio di fotocopie. La prova che fu una scelta azzeccata sta nell’aspetto lussureggiante che la pianta stessa mantiene dopo circa 20 anni della sua posa a dimora.
  • Per quanto riguarda Piazza Garibaldi, se proprio si vuole mantenere le caratteristiche della piazza che è sempre stata contornata da palme, si suggerisce la specie Wascintonia filifera che è quella che ha dato i migliori risultati sul nostro territorio. Altrimenti si potrebbe valutare di dare un nuovo aspetto alla piazza mediante la posa a dimora di piante autoctone tipo il leccio, la quercia o la farnia.

Ciò anche in considerazione del fatto che il punteruolo rosso che ha distrutto tutte le palme Phoenix canariensis, prima esistenti, sembra che non disdegni attaccare anche il Chamaerops Humilis presenti nella piazza. Inoltre occorre programmare anche la sostituzione di 2 pini domestici rimasti, la cui vetustà non è più una garanzia di sicurezza sufficiente per una piazza così fortemente frequentata.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra