Italia Nostra

Data: 17 Marzo 2015

Suggestioni d’arte e fioriture di camelie attorno al Verbano

Sabato 28 Marzo 2015

Guida culturale: Rosa Maria Bruni Fossati

 

Una basilica altomedievale dal fascino millenario ed il suo battistero, complesso romanico tra i più significativi della regione lombarda; un castello visconteo dall’aspetto austero ed imponente con ambienti monumentali arricchiti da pregevoli arredi e originali raccolte; una pittoresca chiesa dalle forme rinascimentali di ispirazione bramantesca, testimone di una secolare tradizione artistica; ed ancora uno spettacolare giardino con una delle più famose collezioni di camelie oggi esistenti in Europa. Queste presenze animano un paesaggio che, ravvivato dalle prime colorazioni primaverili, risulta di particolare attrattiva.

Ore 8.00     Partenza  con pullman gran turismo da Via Paleocapa angolo Via Gadio

In posizione un po’ appartata rispetto all’abitato di Arsago Seprio, borgo di antichissime origini, posto sull’antica strada che collegava Milano al Lago Maggiore, si può ammirare il suggestivo complesso basilicale (XI-XII sec.) composto dalla chiesa triabsidata di San Vittore, dalla coeva torre campanaria e dall’attiguo battistero ottagonale  sormontato da un tiburio ad arcatelle irregolari, al cui interno si conserva l’antica vasca battesimale. Sorprende l’unità stilistica e architettonica dell’insieme.

A breve distanza, a Somma Lombardo, s’impone la mole del Castello Visconti di San Vito risalente al IX secolo; costruito come rocca di difesa, divenne dimora gentilizia nel XV. Presenta un impianto quadrangolare all’interno del quale sono compresi corpi edilizi risalenti ad epoche diverse; la parte più antica si sviluppa attorno al cosiddetto “Cortile degli Armigeri”, con bel porticato ad archi ogivali. Nelle sale affrescate del piano nobile sono ambientate varie collezioni fra cui una singolare e ricchissima raccolta di piatti da barba (più di 500) realizzati nei materiali più diversi. Nella cappella privata è custodita una pala d’altare di Giovan Battista Crespi detto “Il Cerano”

Ore 13.00   Pranzo facoltativo al Ristorante Bolongaro, P.za Garibaldi, 9 – Verbania Pallanza  tel. 0323503254, ambiente liberty di lunga tradizione

Nel territorio di Pallanza, famosa stazione climatica sul Lago Maggiore, situata in posizione privilegiata sulla riva nord del Golfo Borromeo, si incontra, fuori dall’abitato, in un luogo suggestivo, la chiesa della Madonna di Campagna, notevole complesso architettonico in stile rinascimentale con riferimenti bramanteschi. All’interno affreschi di Bernardino Lanino e dipinti di Camillo Procaccini.

Sempre in ambiente lacustre, ad Oggebbio, si visiterà il giardino storico di Villa Anelli, noto a livello internazionale e di grande interesse per gli appassionati botanici. Qui verremo gentilmente accolti ed ospitati, con la prospettiva di un breve concerto, dalla proprietaria Giovanna Coggi Anelli che ci condurrà ad ammirare la fioritura di numerose specie di camelie, appartenenti ad una delle più importanti collezioni presenti in Europa. La coltivazione di questo fiore trova il suo habitat naturale nell’area del Verbano, favorita da un clima particolarmente mite e da un’elevata acidità del terreno che consentono di produrre innumerevoli varietà di forme e colori in incantevoli giardini.

Ore 20.00  Rientro previsto a Milano.

Scarica il pdf con il programma

Informazioni:

Contributo per Italia Nostra:  € 80  senza pranzo. Studenti  € 65

Per eventuali comunicazioni urgenti dell’ultimo momento chiamare : 0039 349 5095720

 

 

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra