Appelli

16-03-2015

Piano Paesaggistico della Toscana: un appello delle Sezioni Apuo-Lunense, Massa Montignoso e Versilia

È desolante vedere come il Piano Paesaggistico Toscano rischi di essere frantumato e ribaltato sotto i colpi di piccone dei fautori e portatori degli interessi di potentati economici locali: sulla costa, delle lobby del cemento; sulle Apuane, di quelle dei mercanti/escavatori/esportatori di marmo. Questi ultimi, benché privi di reale legittimazione, continuano impunemente a sfruttare una risorsa collettiva perseguendo i propri esclusivi e lauti affari, consistenti quasi per intero nella vendita del marmo estratto e non nella sua lavorazione in loco (che ostinatamente rifiutano di incrementare).

Non si arrestano di fronte alla distruzione di tracce archeologiche, di vette, crinali, colonie di fauna particolare e di flora spontanea, ipogei e preziosi acquiferi delle nostre montagne, che la legge imporrebbe di tutelare: in questo si avvalgono di potenti mezzi meccanici e quindi del lavoro, checché se ne dica, di pochissimi addetti a fronte dell’abnorme escavato. Si ribadisce che l’aumento dell’estrazione e dell’esportazione del marmo resta il business principale, a tutto scapito della storia e della cultura del marmo (che hanno qualificato in particolare la sua lavorazione) con la conseguente diminuzione e quasi sparizione dei laboratori d’arte e architettura. Auspichiamo che in sede di votazione finale del piano paesaggistico, per quanto riguarda le Apuane, le cave e la loro corretta regolamentazione, i tanti corrivi sostenitori di emendamenti nefasti, abbiano un sussulto di dignità e di resipiscenza cosicché prevalga la salvaguardia delle nostre formidabili risorse ambientali-paesaggistiche in una con l’interesse di tutti su quello di pochi.

Non si uccidano le Apuane.

Non si uccida il paesaggio della Toscana.

 

Mario Venutelli – Sezione Apuo-Lunense

Bruno Giampaoli – Sezione Massa-Montignoso

Antonio Dalle Mura – Sezione Versilia

***

Vai alla news del 12.03.2015: “Piano Paesaggistico della Toscana: senza tutele la Toscana non sarà più la stessa

Vai alla news del 26.02.2015: “Renzi difenda il Piano Paesaggistico della Toscana!

Compila il form


Firme e commenti (1)

  1. fabio borella da Milano il 15 giugno 2015 alle 17:05

    Il comune di Pietrasanta ha appena rieletto il nuovo sindaco. E’ Massimo Mallegni già stato sindaco due mandati fa ed inquisito per una serie di misfatti a danno del territorio, lo stesso sindaco che ha concesso più licenze edilizie in due anni di quanto avevano concesso i suoi predecessori nei 20 anni precedenti. I danni paesaggistici nella campagna ai piedi delle Apuane sono sotto gli occhi di tutti.Si può permettere a sindaci , eletti da non più di 6000 persone di devastare un territorio caro a milioni di persone. Da domani invito tutti a vegliare sul suo operato.

Italia Nostra Onlus