Italia Nostra

Ambientalisti compatti sull’appello di Italia Nostra: “Le Marche che vogliamo”

20 Gennaio 2015

Le elezioni regionali si terranno a maggio 2015 e l’Associazione “Italia Nostra Onlus” Consiglio Regionale Marche, intende fornire un proprio contributo alla definizione di quegli obiettivi che – a nostro parere – devono essere posti alla base di un programma serio, sostenibile e coerente, oltre che davvero innovativo, per il governo della Regione Marche da qui al 2020 ed oltre.

Noi riteniamo che il nuovo Governo Regionale debba ispirarsi ad una visione strategica che abbia al centro il miglioramento della qualità della vita e la tutela delle risorse territoriali. Italia Nostra Marche ritiene che l’obiettivo di fondo della politica regionale debba essere il miglioramento della qualità della vita dei singoli abitanti e dell’intera comunità regionale, con il conseguente miglioramento di tutti quegli indicatori riconosciuti utili a definirla, a livello internazionale e nazionale. Le più recenti definizioni della qualità della vita la coniugano sempre più con il raggiungimento della “felicità/benessere” e sempre meno con il solo Prodotto Interno Lordo (PIL), in caduta libera nel nostro Paese negli ultimi anni… (continua a leggere il documento “Le Marche che noi vogliamo”)

Vai al video dell’incontro tenutosi alla Libreria Canonici clicca qui

***

Il mondo ambientalista marchigiano si è ricompattato sull’iniziativa assunta da Italia Nostra Marche di presentare il documento appello “LE MARCHE CHE NOI VOGLIAMO” rivolto sia ai cittadini, sia alle forze politiche che si candideranno a governare le Marche nelle elezioni amministrative di maggio 2015. Il documento, maturato all’interno dell’Associazione Italia Nostra Onlus presente sul nostro territorio dagli anni ’60, ha ricevuto il contributo critico di esperti e tecnici della società civile, noti anche a livello nazionale, quali Edoardo Biondi, Gabriele Fangi, Paolo Maddalena, Nicola Matteucci, Franco Pedrotti, Riccardo Picciafuoco, Gilberto Piccinini, Michele Polverari, Francesco Scarabicchi, Elisa Scotti, Fabio Taffetani. Hanno aderito al documento, portando il proprio contribuito, la Federazione Pro Natura Marche, il Forum Paesaggio Marche, Legambiente Marche, l’Onda Verde Onlus, la Lupus in Fabula, Terra Mater, WWF Marche.

In una situazione di crisi della società, di confusione, di stordimento, gli ambientalisti marchigiani sono presenti ed uniti nel proporre, per il futuro governo delle Marche, azioni a tutela dei beni culturali ed ambientali che vedono al centro il benessere delle persone, trovandosi tra l’altro in buona compagnia (es. ONU, OCSE). Il documento “LE MARCHE CHE NOI VOGLIAMO” condiviso da tutte le associazioni ambientaliste marchigiane verrà presentato giovedì 15 gennaio alle ore 17 in Ancona c/o la Libreria Canonici in corso Garibaldi 132.  Si parlerà del benessere dei cittadini come obiettivo primario del nuovo governo regionale, del dissesto idrogeologico e della legge per il territorio, del consumo di territorio “zero”, di felicità e di Pil, di OCSE e di Onu, della mobilità su ferro, della educazione e formazione, della agricoltura biologica, della ricerca, dell’innovazione, del turismo, dei parchi, dei centri storici, della partecipazione.

La stampa, i cittadini, gli amministratori pubblici ed i candidati sono invitati a partecipare.

***

 

ScreenHunter_16 Jan. 08 11.40

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy