LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Chiesa sconsacrata di San Dionigi

Autore segnalazioneMaggio 2020 – segnalazione della Sezione Lomellina di Italia Nostra – lomellina@italianostra.org
Data aggiornamento12/06/2021
Denominazione beneChiesa sconsacrata di San Dionigi
RegioneLombardia
ProvinciaPavia
ComuneMortara
IndirizzoPiazza T. Olivelli, 27036 Mortara PV
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 45.25172525794594, 8.739223936393131
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleEdificio adibito al culto
Inserire immagine mortara-1.jpg
Descrizione immagineFotografia della facciata
Inserire immagine mortara-2.jpg
Descrizione immagineImmagine del prospetto laterale e del campanile
Inserire immagine mortara-3.jpg
Descrizione immagineVisuale del prospetto posteriore
Descrizione generale del bene

La chiesa sconsacrata di San Dionigi è ubicata nel centro storico di Mortara, nei pressi del duomo. La facciata è del tipo a salienti, con in asse il portale con timpano mistilineo sormontato dall'edicola e dal finestrone termale. Il prospetto laterale su Contrada S. Dionigi è privo di caratterizzazione ed è concluso dall'alto campanile. Il fronte posteriore è forato da due finestre semicircolari a differente altezza; sopra quella centrale è presente un oculo. Il materiale impiegato è il laterizio, sebbene si possano individuare alcuni elementi decorativi in marmo.

Presenza di elementi di pregio

La chiesa di San Dionigi presenta alcuni elementi decorativi in marmo, come il portale d'ingresso della facciata, caratterizzato dalla cornice e dal timpano mistilineo. Sulla superficie del campanile si nota la targa marmorea che reca lo stemma della famiglia Maletta.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesseL'edificio, con numero identificativo 44413 e denominazione “Chiesa di S. Dionigi”, è soggetta a vincolo ai sensi della L. 1089/1939 con decreto del 25-06-1980. Ente competente: Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza-Brianza, Pavia, Sondrio e Varese.
Allega documento. L’allegato è riferito a documentazione ufficiale riferita al vincolo/descrizione dell’interesse culturale. ListaVincoli-1.pdf
Interesse pubblico del beneLa chiesa costituisce un interessante esempio di architettura romanica, seppur modificata in epoche successive. Alcuni studiosi la indicano inoltre come il primo luogo di culto di Mortara.
Periodo di realizzazioneA partire dal XIV secolo
Funzione in passatoLa chiesa di S. Dionigi, presente probabilmente dal 1304, ospitava le arciconfraternite del SS. Sacramento e della Beata Vergine del Carmine, ed era annessa alle case della Fabbriceria che praticava opere di beneficenza. Nel 1596 è stato innalzato il campanile. Nel 1806 è divenuta la succursale della cattedrale di S. Lorenzo. È stata sconsacrata in seguito a un furto avvenuto dopo la Seconda Guerra Mondiale.
Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentaleLa chiesa di S. Dionigi documenta le stratificazioni storiche vissute calla città di Mortara, testimoniando un interessante esempio architettonico romanico modificato da interventi rinascimentali.
Nome autoreEnrico
Cognome autoreTessera
TitoloMortara nella storia dalle origini al XIX secolo
Anno2009
Casa editriceLogica Multimedia
Codice ISBN8890408227
Nome autoreAA.VV.
TitoloTesori d'arte della basilica di San Lorenzo
Anno2014
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/vir/vir/vir.html
Sito/URLhttps://www.fondoambiente.it/luoghi/chiesa-sconsacrata-di-san-dionigi
Stato di conservazioneMediocre
Motivazioni del degradoGenerali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazioneLa chiesa di S. Dionigi versa in pessimo stato di conservazione a causa del lungo stato di abbandono e per le funzioni incompatibili che ha ospitato negli ultimi anni.
ProprietàSoggetto privato
Tipologia soggetto privatoEnte ecclesiastico
Funzione attuale del beneIn stato di abbandono.

 
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:Negli ultimi anni la sezione Lomellina di Italia Nostra si è battuta per promuovere il restauro dell'edificio, partendo dall'intervento sul portale d'ingresso.
Eventuali proposte di riutilizzo:La Sezione Lomellina di Italia Nostra propone il riuso dell'edificio come Museo di Arte Sacra, per le pregevoli opere d'arte che ospita.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ raggiungibile da un sentiero?No
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
IndicazioniIl complesso è chiuso al pubblico e non è visitabile.
E' aperto al pubblico?No
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra