LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Fontana “Madre di Dio” a Buscemi (SR)

Autore segnalazioneLa precedente segnalazione è stata effettuata nell'aprile 2017 dalla sezione di Siracusa di Italia Nostra – siracusa@italianostra.org
Data aggiornamento27/08/2021
Denominazione beneFontana "Madre di Dio" a Buscemi (SR)
RegioneSicilia
ProvinciaSiracusa
ComuneBuscemi
IndirizzoStrada Provinciale 39
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 37.088431, 14.878609
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleArchitettura rurale
Inserire immagine Siracusa2.jpg
Descrizione immagineVista della Fontana "Madre di Dio" dopo i crolli del 2017
Descrizione generale del beneLa fontana “Madre di Dio” a Buscemi (SR) può essere considerata un esempio di architettura ottocentesca che si inserisce all’interno di un gruppo di manufatti, posti in genere all’ingresso dei piccoli paesi e dei campi, usati per fornire acqua alla comunità e per dissetare il loro bestiame.

Questa particolare fontana-abbeveratoio, composta da conci in pietra squadrata, presenta due pilastri laterali, un tempo sormontati da un frontone dall’andamento curvilineo, sotto i quali si posiziona una vasca dalle forme rettangolari. Fino agli anni ’60 questa era ancora in uso e l’acqua fuoriusciva da un blocco sagomato posto sul pilastro a destra.

Nel gennaio 2017, in seguito ad una serie di abbondanti piogge, il frontone e i conci che costituivano il paramento esterno del muro che sormonta la vasca e che separa i due pilastri sono crollati, compromettendo in maniera definitiva l’immagine originale della fontana. Questa era già da tempo danneggiata e, le parti crollate, avevano subito distacchi e problemi statici dovuti alla spinta degli apparati radicali degli alberi d’alto fusto che lo sovrastano e ai problemi di portanza del terreno su cui si adagia, pertanto, le piogge hanno solo aggravato una situazione su cui già da tempo si dibatteva.

Oggi, i conci crollati sono stati rimossi e si auspica, quindi, un giusto restauro del manufatto che possa nuovamente restituire ai cittadini di Buscemi questo importante tassello del loro patrimonio storico culturale.
Presenza di elementi di pregioIl bene, in seguito ai crolli del 2017, i quali hanno portato alla perdita del frontone, continua a presentare la cornice in pietra posta a coronamento dei due pilastri laterali.
Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)No
Tipo interesseIl bene non presenta specifica "dichiarazione di interesse", ma presenta un interesse culturale secondo l'art. 10 del D.Lgs 42/2004.
Interesse pubblico del beneIl bene costituisce un elemento estremamente caratterizzante delle campagne che circondano Buscemi e, allo stesso tempo, è memoria storica della civiltà e della cultura rurale del luogo.
Periodo di realizzazioneXIX secolo
Funzione in passatoIl bene nasce con la funzione di abbeveratoio che, posto all'ingresso della città, veniva usata per fornire acqua alla popolazione e dissetare il bestiame.
Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentaleIl bene è un esempio di architettura rurale ottocentesca.
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it
Sito/URLhttps://www.siracusatimes.it
Sito/URLhttps://www.lagazzettasiracusana.it
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Aspetti strutturali (crolli), Superficiali (vegetazione), Generali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazioneIl bene presenta un pessimo stato di conservazione dovuto essenzialmente alla spinta del terreno e della vegetazione infestante che ha portato, a seguito anche di abbondanti piogge, al crollo di buona parte della struttura.
ProprietàSoggetto pubblico
Tipologia soggetto pubblicoComune
Funzione attuale del beneIl bene è in stato di abbandono.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ possibile avvicinarsi?
IndicazioniLa fontana si colloca  lungo la Strada Provinciale 39, la quale costituisce l'ingresso ovest al centro abitato di Buscemi.
Altre notearch. Angela Lato

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra