Italia Nostra

Data: 22 Ottobre 2013

Assemblea pubblica contro l’eolico offshore nel golfo di Manfredonia

Sabato 19 ottobre, si  è svolta  presso l’Auditorium di Palazzo dei Celestini a Manfredonia, l’Assemblea pubblica promossa dalle 41 Associazioni che si battono per scongiurare l’insediamento invasivo di centinaia di pale eoliche nel mare del Golfo di Manfredonia e del Gargano.

L’incontro organizzato per sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze dell’installazione dei due impianti eolici offshore prospicienti le coste del golfo di Manfredonia, ha visto una forte presenza di cittadini, associazioni (evidenziata l’assenza di Legambiente che in un primo momento aveva aderito al costituitosi comitato organizzatore) e di alcuni politici, pochissimi per la verità; assenti ingiustificati tutti i parlamentari del territorio, la provincia di Foggia e alcuni sindaci tra cui quello di Manfredonia che aveva in primo momento assicura la sua presenza.

La sala, gremita in tutti i suoi posti, ha ascoltato per oltre due ore gli interventi via via succedutisi, manifestando una netta contrarietà alla installazione degli impianti eolici offshore e mettendo in evidenza come il territorio ha già dato tanto in termini di perdita di lavoro, di devastazione del territorio e di salute scaturiti dall’impianto Anic/Enichem, il sito è ancora tutto da bonificare dai prodotti chimici stivati nel sottosuolo, e dal “contratto d’area”  le cui aziende hanno di fatto tutte chiuso investite dalla crisi economica. Forte la posizione del vescovo, mons. Vincenzo Castoro che in una nota, letta in assemblea, ha sottolineato come:  “anche nell’attuale situazione di crisi, lo sviluppo economico non può giustificare scelte non rispettose dell’ambiente e della volontà delle popolazioni locali. Occorre uno sforzo comune per cercare modelli alternativi di sviluppo senza cadere nel laccio di decisioni facili, le cui conseguenze dannose, a causa della possibile contaminazione del mare e della compromissione degli equilibri ambientali, ricadrebbero sulle generazioni future (…). Il nostro Golfo e la storia della nostra città, con le sue bellezze naturali, chiedono attività economiche coerenti e compatibili con la loro identità. Ogni iniziativa incompatibile con la vocazione naturale di questo territorio deve essere bandita (….) Dal Gargano a Santa Maria di Leuca, la nostra è una terra bellissima, santuario della luce e del silenzio’. Facciamo in modo che continui ad esserlo”.

Il mio breve intervento ha ribadito la forte opposizione di Italia Nostra Nazionale all’eolico e l’impegno assunto dal Consiglio Nazionale di contrastare la realizzazione degli impianti eolici offshore nel golfo di Manfredonia.

Ercole Guerra

Consigliere nazionale di Italia Nostra

***

Guarda il servizio realizzato da Stato Quotidiano (clicca qui)

Vai al comunicato congiunto del Comitato di Coordinamento delle Associazioni (clicca qui)

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy