Italia Nostra

Data: 12 Settembre 2014

Centrale del Mercure: tutelare ambiente e salute

Italia Nostra condivide pienamente la posizione assunta in data 1 settembre 2014 dal Forum “Stefano Gioia” – che riunisce circa 50 tra Associazioni e Comitati nazionali e locali – riguardo la possibilità di riapertura della centrale Enel della Valle del Mercure con riconversione a biomasse (per una potenza prevista di 41 MW elettrici).

In particolare Italia Nostra ritiene che:

  • non sia coerente con le finalità del Parco Nazionale del Pollino la presenza nel suo territorio di un impianto di riconversione a biomasse;
  • e che le dimensioni dell’impianto siano tali da provocare effetti negativi sia ambientali (la raccolta di 340.000 tonnellate/anno di biomasse), sia sociali (la presenza stimata di 112 mezzi pesanti al giorno e l’assoluta mancanza di creazione di nuovi posti di lavoro) che sulla salute delle popolazioni residenti nella Valle.

Nell’immediato Italia Nostra chiede quindi che vengano messe in atto tutte le verifiche al fine di tutelare la salute dei cittadini e la qualità ambientale (VIS – Valutazione di Impatto sulla Salute, come richiesto anche da ISDE – Associazione Medici per l’Ambiente e dal Forum “Stefano Gioia”). Ma ritiene altresì improcrastinabile procedere alla verifica della possibilità della dismissione dell’impianto e della messa a disposizione dei cittadini dell’area dopo la sua bonifica e riqualificazione ambientale.

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra