Italia Nostra

Data: 6 Aprile 2020

Italia Nostra Sud Salento e i prati del Castello d’Otranto: inedita versione di campi da golf urbani?

Il Castello di Otranto non e’ solo una fortificazione, non e’ solo un’opera architettonica, ma e’ cuore pulsante nella storia della vita dell’intera cittadina. Riedificato sotto Ferdinando d’Aragona tra il 1485 e il 1498, ha conosciuto in questi giorni le ultime fasi del collaudo all’impianto elettrico e al giardino per un progetto di riqualificazione che addirittura affonda le sue radici negli anni ’40 del secolo scorso. Per il progetto non si puo’ tralasciare l’impegno di Italia Nostra Sud Salento che, per bocca del suo Presidente Marcello Secli’, ha sostenuto dal dicembre scorso l’esigenze di rivederlo, sia per i cordoli che per il prato inglese previsto dal piano, davvero poco consono per queste latitudini. Abbiamo chiesto allora a Secli’ quale sia il suo commento in merito alle opere. “E’ ancora da riscontrare l’effettiva corrispondenza tra le opere autorizzate dalla Soprintendenza e quelle realizzate – ha sottolineato – fermo restando che da quanto ci risulta sembrerebbe che i cordoli e il prato inglese non siano stati rimossi cosi’ come auspicato dalla nostra nota del 17 dicembre 2019. Per cui, per assurdo, non vorremmo che su questa lunghezza d’onda un domani qualcuno potrebbe utilizzare i fossati del castello di Otranto come campi da golf urbani in un prezioso contesto storico architettonico come la suggestiva cornice del castello.”

 

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra