Italia Nostra

Data: 30 Aprile 2020

La natura non è in coprifuoco: attenzione nelle riaperture

La natura è tornata padrona, in questi giorni, lungo le nostre coste e il comitato Tag Costamare chiede estrema cautela nella riapertura. “Si registra una incredibile trasparenza dell’acqua del mare, favorita dalla concomitanza di un minore apporto di materiali dai fiumi, con la chiusura di tante attività in questo periodo, e dalla riduzione del materiale in sospensione solitamente presente in mare a causa del lavoro sui fondali delle imbarcazioni da pesca – si legge nella comunicazione inviata alle istituzioni competenti – una ricchezza di pesci e organismi marini mai vista, con il conseguente avvicinamento alla costa di delfini e tartarughe in cerca di cibo; gli uccelli marini trovano anch’essi maggior cibo e frequentano indisturbati le spiagge deserte. La nostra costa sembra essere tornata, insomma, quel paradiso che era qualche tempo fa prima dell’avvento del cemento e del turismo di massa. Sono spesso presenti sulla stampa e sui social, in questi giorni, casi inconsueti di frequentazione di animali e di nidificazione di uccelli in aree dove non erano mai stati osservati prima, solo perchè quelle stesse aree erano solitamente troppo antropizzate. Appare evidente, quindi, che in questo periodo, la natura in genere, tra cui specie animali di particolare interesse, si è riappropriata di spazi da cui era stata allontanata. In particolare ciò avviene lungo le spiagge a seguito dell’interdizione all’accesso per l’emergenza Coronavirus  e, quindi, del conseguente assente disturbo antropico. Il periodo di “coprifuoco“ sta però per terminare. Quando si riprenderà una regolare utilizzazione degli arenili demaniali, con le azioni di preparazione per l’attività turistica, o anche con il semplice passeggio con i cani, si potranno creare non pochi problemi a questa naturalità e, soprattutto, alla riproduzione in corso di specie protette da normative nazionali e comunitarie. Una azione non attenta al momento della riapertura – avverte la missiva – provocherebbe enormi danni e la morte di tanti organismi viventi tra cui potrebbero esserci anche specie rare e in pericolo di estinzione”.

Di seguito:

il comunicato stampa integrale in formato pdf

2020-04,Comunicato Stampa

l’atto costitutivo di Tag Costa mare in formato pdf

tag costa mare

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra