Italia Nostra

Data: 5 Maggio 2020

Pesaro: già a quota 700 la petizione per una vera mobilità sostenibile

Viaggia a gonfie vele la petizione on-line per creare a Pesaro una «vera mobilità sostenibile». A pochi giorni dalla pubblicazione su Change.org, la rete formata da 15 tra associazioni, comitati e movimenti locali è riuscita a convincere oltre 700 cittadini a sottoscrivere l’appello rivolto all’amministrazione. Gli ambientalisti, che inizialmente hanno creato un fronte compatto per contrastare la decisione del Comune di creare nuovi parcheggi in Baia e in viale Trieste, ora si propongono obiettivi più «alti» e lungimiranti, che coinvolgono anche l’urbanistica e soprattutto il verde pubblico. L’intenzione è quella di sollecitare la giunta pesarese ad un confronto aperto, per avere una città sempre meno inquinata, vivibile e godibile. «Pesaro necessita di una riprogettazione della mobilità urbana – spiega Flavio Angelini, uno dei componenti della rete di associazioni che vede tra i partecipanti anche Italia nostra, Legambiente, Lupus in fabula, Lipu e tante altre –. Apprezziamo le cose buone fatte dall’amministrazione fino ad ora, ma spesso vengono prese decisioni ondivaghe: da un lato si promuove la Bicipolitana, dall’altro si portano le auto in luoghi fragili e vicini al mare. La rete chiede una politica realmente capace di ridurre drasticamente lo smog, conciliando le esigenze delle attività economiche con la salute pubblica. Molte città europee hanno già adottato nuovi modelli di mobilità che, ponendo la persona al centro, hanno permesso di ridurre del 90% lo smog, migliorando la qualità della vita, rivitalizzando le attività economiche e l’attrattività turistica. Il Comune di Pesaro invece, nonostante l’ impegno assunto di limitare l’uso dei mezzi privati, sta percorrendo la direzione opposta, programmando nuovi parcheggi urbani che oltre ad incentivare il traffico, sprecano suolo e risorse pubbliche, e soprattutto riducono il verde». Per questo la rete chiede a tutti di sottoscrivere la petizione online «Sì a una vera mobilità sostenibile a Pesaro», e alla giunta un confronto con l’intera comunità e un vero cambiamento. Il primo passo? Rinunciare ai parcheggi di Baia Flaminia e dell ex-Villa Marina, nonché a tutti gli ulteriori parcheggi all’interno della città.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra