Italia Nostra

Data: 25 Giugno 2012

Ferrara, Italia Nostra promuove il recupero della Vergine di Santa Maria In Vado

Domani, venerdì 20 luglio, inizieremo  le operazioni di recupero della Vergine di Santa Maria In Vado alla presenza di Grazia Agostini della Soprintendenza ai BB.CC. E.A. di Bologna, di Aniello Zamboni nelle vesti di direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi, dell’ingegner Ferraiuolo del Comando dei Vigili del Fuoco, dei generosi restauratori Maurizio Camerani e Ilaria Cavallari che, oltre ad averne avviato il progetto, lavoreranno  a titolo gratuito coadiuvati da alcuni loro allievi.
Il materiale lapideo conficcato nel sagrato e i frammenti sparsi,  sinora tutelati dalla copertura con un telone plastico, verranno spostati all’interno del primo chiostro dove si realizzerà il laboratorio di restauro che potrà successivamente essere aperto al pubblico.
Il finanziamento di 1300 sterline  a Italia Nostra, promotrice del recupero, per materiali, strumentazioni ed una pubblicazione documentaria è stato fornito dal “charity event” organizzato a questo scopo da Eleonora Mazzeo del Dipartimento Arti Orientali della casa d’Aste Christie’s di Londra.
Il sindaco, il vice sindaco e l’assessore ai beni culturali, congratulandosi con Italia Nostra per questa che è la prima iniziativa concreta  e significativa da parte di una associazione  culturale ferrarese,  desiderano, per la fine della prossima settimana, un incontro a S.Maria in Vado per valorizzare questo progetto dinnanzi alla cittadinanza.

la sezione di Ferrara

___________________________________________________________

Terremoto: Italia Nostra chiede un incontro urgente con il Ministro Ornaghi

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione ribadisce la propria posizione contro l’esautorazione delle Soprintendenze, la subordinazione alla protezione civile ed esprime forte preoccupazione per i ritardi delle operazioni di ricognizione del danno e di messa in sicurezza degli immobili e la  mancanza di trasparenza della gestione post-sisma

Il Consiglio Direttivo di Italia Nostra riunito a Roma si riconosce, sostiene e condivide l’analisi e le critiche espresse nei confronti dell’azione del Ministero dei beni culturali nella conferenza stampa dell’11 giugno 2012 promossa dalle sezioni dei territori colpiti dal sisma.

In particolare respinge:

  • l’esautorazione delle Soprintendenze territorialmente competenti e capaci di gestire i problemi della messa in sicurezza del patrimonio culturale
  • l’illegittimo incardinamento degli organi di tutela – che significa acritica subordinazione – alla protezione civile che  ha dimostrato scarso interesse alla difesa del patrimonio culturale colpito, come evidenzia il numero ancora imprecisato di demolizioni già realizzate o programmate
  • la tendenza, frutto di ignoranza culturale, di dividere il patrimonio storico delle zone colpite in edifici di serie A da conservare ed edifici di serie B da tutelare
  • l’abbandono del concetto di centro storico come complesso indivisibile da tutelare nel suo insieme, così come Italia Nostra, a partire dalla Carta di Gubbio, ha sostenuto sempre. Il centro storico rappresenta per la popolazione elemento indispensabile di identità civile e sociale.

Segnala con vivissima preoccupazione:

  • i ritardi delle operazioni di ricognizione del danno e di messa in sicurezza degli immobili
  • la mancanza di trasparenza e di coinvolgimento di queste fasi post-sisma, pericolosa anche sotto il profilo della tenuta democratica.

Vista la gravità e l’urgenza dei problemi, Italia Nostra richiede un incontro immediato con il Ministro Lorenzo Ornaghi ai fini di esporgli nel dettaglio le criticità della situazione attuale e proporgli immediate azioni correttive, senza le quali il Ministero rischia di uscire definitivamente screditato.

La gestione aquilana è un’esperienza da archiviare e Italia Nostra metterà in atto ogni azione legittima affinché non si ripeta.

Vai alle news precedenti

________________________________________________________________________________________________________________________

ITALIA NOSTRA – Ufficio stampa

Maria Grazia Vernuccio  cell. 335.1282864 – mariagrazia.vernuccio@gmail.com

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra