Foto del giorno

Data: 8 Febbraio 2022

Attacco al paesaggio: 12 torri eoliche nell’agro di San Martino in Pensilis (CB). La forte denuncia di Italia Nostra Campobasso

Un ennesimo attacco sta per essere sferrato contro il territorio molisano e contro il paesaggio italiano. A farne le spese, questa volta, sarà una vasta estensione di terreni destinati all’agricoltura, in agro di San Martino in Pensilis (CB), individuati dalla Soc. Wind Energy S. Martino quale luogo ideale per la realizzazione di un impianto industriale dell’eolico: 12 torri alte 200 mt., della potenza di 4 Megawatt ciascuna e relative opere di connessione andranno a interferire con il tipico paesaggio rurale della zona riducendo fortemente la prospera attività coltivativa dei terreni stessi sui quali, per circa 165 ettari, opera, tra le altre aziende, quella, storica, della Tenuta Marina Colonna, la cui Azienda produce olio di grande qualità – brand tutto molisano, famoso ed apprezzato nel mondo –   svolgendo, nel contempo, attività di turismo rurale, legata ai prodotti enogastronomici del luogo, nonché attività culturale con la organizzazione di seminari, corsi e convegni tenuti nella villa settecentesca che si trova nel cuore della Tenuta. 

Allo stato, la pratica relativa al procedimento di autorizzazione è al tavolo della Presidenza del Consiglio dopo il parere positivo espresso dal Ministero della Transizione Ecologica (contrario, invece, il parere del Mi.C.)

Un eventuale provvedimento autorizzativo aprirebbe definitivamente le porte anche a tanti altri progetti, alcuni già presentati per impianti eolici e fotovoltaici nelle aree attigue, su un’estensione di circa 600 ettari di fertile terreno, altri in diverse zone del Basso Molise dove imprenditori del settore delle rinnovabili, in particolare dell’eolico e del fotovoltaico piano, si insinuano in un territorio vocato all’agricoltura, avendo piena libertà di proporre le loro opzioni localizzative in virtù di una scriteriata normativa ed in assenza di un nuovo piano paesaggistico. 

Non meno preoccupante, anche in previsione dell’annunciato Piano Verde del Ministro Cingolani, è la situazione delle aree interne della regione molisana che si caratterizzano per i paesaggi storico-naturali che fanno da contorno ai piccoli paesi arroccati sui crinali: oltre agli impianti dell’eolico industriale già ivi realizzati, altri ancora avranno le autorizzazioni richieste, le quali, se rilasciate, cancelleranno definitivamente la bellezza di quei luoghi.

La sezione di ITALIA NOSTRA Campobasso ha più volte sollecitato provvedimenti idonei, quanto meno a limitare l’aggressione in corso da parte delle ditte del settore; in particolare, con una nota diretta al Presidente della Regione – sottoscritta anche da altre Associazioni culturali ed ambientaliste -, ITALIA NOSTRA Campobasso, nell’esprimere grave preoccupazione per la situazione di stallo in cui si trova il procedimento per la elaborazione del nuovo Piano paesistico, per il ritardo del processo di approvazione del regolamento attuativo del PEAR e per il mancato avvio della procedura per la individuazione delle aree idonee, torna a chiedere: 

  • opportuni approfondimenti in merito a quella che sarà la Strategia regionale d’azione ambientale per lo Sviluppo Sostenibile; 
  • la costituzione delle Commissioni VIA, composte da membri di tutti i settori regionali e ministeriali deputati ad emettere pareri tecnici che, nel pieno rispetto della normativa vigente, possano trovare, con un costante dialogo,  le migliori soluzioni necessarie a garantire la tutela dell’ambiente e del territorio, evitando anche uno sperpero inutile di preziose risorse economiche;
  • di essere interpellata e/o chiamata al tavolo di studio sulla programmazione di cui sopra (individuazione aree e superfici idonee, elaborazione Piano paesistico, regolamento attuativo del PEAR), dichiarandosi sin da ora disponibile ad una collaborazione di volontariato contribuendo alla salvaguardia del territorio.

ITALIA NOSTRA CAMPOBASSO

 

Per maggiori informazioni:

cliccare qui

Per una breve rassegna stampa:

cliccare qui 

 

Per la foto in evidenza: www.marinacolonna.it

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra