Italia Nostra

Data: 7 Agosto 2019

Elettrificazione della rete delle Ferrovie Sud-Est. Comunicazioni e richieste di Italia Nostra Sud Salento

La recente notizia che la rete delle Ferrovie Sud-Est verrà elettrificata nei tratti Martina Franca-Gagliano del Capo (Via Zollino) e Maglie-Otranto va indubbiamente accolta con favore in quanto tale servizio renderà più celere, agevole ed efficace l’utilizzo di dette tratte ferroviarie da parte di molti pendolari (studenti, lavoratori, ecc.), ma anche da una larga fascia di utenze locali e turistiche, che oggi sono costrette ad affrontare tempi molto lunghi e percorsi stressanti per percorre pochi chilometri o a dover ricorrere ad altri mezzi che rendono i tragitti più pericolosi e risultare di maggiore impatto ambientale ed urbano.

La scrivente Associazione ritiene allo stesso tempo doveroso rilevare che, per altre tratte della Ferrovie Sud-Est che attraversano molti comuni della provincia di Lecce ed insistenti sul versante centro-occidentale, tale intervento di elettrificazione (i cui lavori dovrebbero partire con il prossimo anno)  non è stato previsto e – pertanto – tale decisione risulta fortemente penalizzante per questa parte del territorio che, in termini demografici e per la presenza di molti istituti scolastici superiori, di importanti strutture sanitarie, di numerose attività produttive e commerciali, di importanti strutture turistiche e per la valenza ambientale, paesaggistica e culturale rappresenta una parte rilevante del tessuto economico e sociale della provincia di Lecce.

Pertanto con la presente si intendono sollecitare i Sigg. rappresentanti della Regione Puglia in indirizzo ad intraprendere con urgenza le iniziative politico-istituzionali necessarie perché nel programma di elettrificazione delle Ferrovie Sud-Est siano inserite le tratte che ad oggi sono rimaste escluse.

Nel contempo la scrivente Associazione, nel prendere atto favorevolmente delle diverse proteste espresse in merito da parte di alcuni Sindaci e della proposta espressa dal Consigliere della Provincia di Lecce – con Delega ai Trasporti – Antonio Tondo di convocare un apposito Consiglio provinciale per approvare un Ordine del Giorno con cui chiedere che l’intervento di elettrificazione riguardasse l’intera territorio salentino, ritiene che la proposta avanzata dallo stesso Consigliere Tondo di realizzare una tratta ferroviaria da Copertino al Campus universitario Ecotekne non risulti assolutamente condivisibile per i costi che essa comporterebbe e – soprattutto – per il grande impatto agricolo-paesaggistico che l’opera andrebbe a determinare in un’area particolarmente sensibile ed importante qual è la Valle della Cupa.

Per contrastare tale progetto oltre 10 anni fa vi fu una grande mobilitazione di Italia Nostra e di un apposito Comitato che trovò la condivisone dell’allora Assessore regionale alla pianificazione Angela Barbanente e che portò all’accantonamento di tale ipotesi e all’individuazione nel redigendo P.P.T.R. di appositi strumenti di tutela di detta area.

Per rendere maggiormente incisiva e dare valore istituzionale alla richiesta che il programma di elettrificazione venga esteso sull’intera rete della Sud-Est, la scrivente Associazione si permette di avanzare la proposta ai Sigg. Sindaci del Comuni in indirizzo che sono rimasti esclusi dal programma di elettrificazione di convocazione a breve termine di un Consiglio comunale per chiedere alla Regione Puglia di adottare i provvedimenti necessari affinché nel programma di elettrificazione delle Ferrovie Sud-Est siano incluse le tratte che ad oggi sono rimaste fuori.

Il Presidente di Italia Nostra Sud Salento

Marcello Seclì

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra