Italia Nostra

Data: 13 Luglio 2020

Mestre: un “nizioleto” sull’Antica Posta di Piazza Barche

Un “nizioleto” sull’Antica Posta di piazza Barche. «Non è un rudere, ma è parte del patrimonio storico della città» è questo il titolo dato all’iniziativa che si è svolta venerdi 10 luglio sull’apposizione dell’insegna sulla staccionata che da un decennio nasconde l’edificio, da parte degli aderenti alla manifestazione “Tuttinbici”. La manifestazione, organizzata dal “Forum per Mestre” ha visto la partecipazione di molte altre associazioni, tra le quali Italia Nostra, Amico Albero, Comitato Forte Gazzera, associazione ex Umberto I, Centro studi storici di Mestre, Ecoistituto, Istituto Nazionale Castelli d’Italia.  «Restaurare e conservare l’edificio storico di Mestre e non cotruire una torre di 7 piani.» ha detto Sergio Barizza, responsabile degli Archivi Storici del Comune di Venezia, illustrando ai tanti presenti la storia dell’edificio e di piazza Barche nel post su fb del Forum per Mestre.
«Non ci interessa quello che sarà dopo, se la destinazione futura della Posta sarà oggetto di successivi programmi urbanistici. Il nostro obiettivo non è interferire con la proprietà, ma fermare l’abbattimento e realizzare un restauro conservativo. L’importante è salvare la Posta» hanno concluso i manifestanti arrivando ad ottenere un vincolo storico-tradizionale che ne garantisca la sopravvivenza.

 

Un momento della manifestazione

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra