Italia Nostra

Data: 25 Febbraio 2021

Rischio idrogeologico a Salerno e in Costiera amalfitana

Salerno e la bellissima Costiera Amalfitana sono a rischio idrogeologico sempre più aggravato da progetti faraonici scellerati, finalizzati solo a veicolare fondi pubblici per meri interessi privati, senza alcun beneficio per la collettività.

Il torrente Fusandola, tristemente noto per la drammatica alluvione dell’ottobre del 1954, che ha causato numerose vittime e disastri, è stato illecitamente deviato dal Comune e dagli altri organi competenti, per realizzare il ben noto fabbricato privato Crescent.

Sversamenti e fanghi rossi sull’arenile di S. Teresa, sito della costruzione della mega piazza su area demaniale marittima, idrica e ferroviaria, la cui pericolosità è stata stigmatizzata dal Ministero dell’Ambiente con richiesta di valutazione tecnico – scientifica degli episodi di inquinamento all’Ispra- centro nazionale per le crisi, le emergenze ambientali e il danno. Un traforo inopinato, denominato porta Ovest, ideato per meri scopi privati a servizio di un porto commerciale senza retroporto e senza futuro. Un ripascimento in atto del litorale salernitano che desta perplessità sotto il profilo ambientale, di funzionalità e di concreta utilità. 2 Frane che si susseguono negli anni, nell’area del traforo di porta Ovest, sui costoni rocciosi della strada che collega Salerno alla Costiera Amalfitana.

Un progetto regionale del depuratore di Maiori, di oltre 18 milioni di euro, costoso anche in termini di gestione a carico della collettività, senza alcuna valutazione comparativa del progetto alternativo, più sostenibile anche dal punto di vista ambientale. Cementificazione privata a dir poco inutile in un quadro di una costante diminuzione annuale dei cittadini salernitani, il cui Puc aveva previsto erroneamente un incremento a 180 mila abitanti. Alberi e piante costantemente tagliati per incuria e per assenza di un serio programma di manutenzione comunale.

I cittadini liberi di Salerno da anni sono attivi per la difesa del proprio territorio.

Salerno, 24 febbraio 2021

Associazione Liberamente Insieme

ALI RISCHIO IDROGEOLOGICO SALERNO

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra