Italia Nostra

Data: 23 Agosto 2021

Arcomagno: malgrado 4 ordinanze di chiusura per pericolo di caduta massi e frane, il sito rimane costantemente accessibile dalla parte SUD.

Abbiamo ricevuto da Italia Nostra Alto Tirreno Cosentino e pubblichiamo di seguito il testo della lettera inviata dalla sezione al comune competente.

“Facendo seguito  nota del 9 agosto 2021,  dobbiamo con rammarico costatare che malgrado la nostra pressante richiesta di sbarrare efficacemente ed immediatamente l’accesso al sito interdetto dell’Arcomagno per ragioni di sicurezza pubblica riguardante l’incolumità dei numerosissimi visitatori ed anche per ragioni di tutela ambientale del sito che, tra l’altro, non può sopportare un carico antropico elevato non regolamentato,  dobbiamo purtroppo constatare che, come evidenziato dalle foto allegate, l’accesso da sud (spiaggia Marinella) rimane costantemente aperto e il sito dell’Arcomagno è liberamente accessibile e per questo letteralmente invaso da terra e da mare malgrado le  ben 4 ordinanze di interdizione per caduta massi e frane. Dalle foto allegate pervenuteci, che mostrano la situazione, si evidenzia inoltre la rottura e vandalizzazione delle staccionate, con chiodi e ferri sporgenti, ad appena due anni dalla loro realizzazione avvenuta all’interno di un progetto di riduzione del rischio idrogeologico del sito che malgrado l’impegno di centinaia di migliaia di euro non ha prodotto alcun effetto sperato e benché inaugurato e riaperto nel luglio 2019 , dopo qualche giorno è stato  richiuso con Ordinanza  per il verificarsi di frane e caduta massi nell’agosto 2019.

Si chiede dunque ancora una volta che l’accesso da sud interessante la Spiaggia Marinella  venga immediatamente sbarrato con le stesse modalità con cui si è provveduto per  l’accesso da Nord riguardante la spiaggia Tufo Arcomagno. Ci è stato a riguardo  fatto notare che essendo l’Arcomagno un rilevante attrattore turistico, lo sbarramento invalicabile realizzato sull’accesso a Nord, riguardante la spiaggia Tufo Arcomagno,  ha riversato il flusso dei visitatori dalla  parte della spiaggia Marinella dove l’accesso all’Arcomagno, è stato costantemente aperto e come lo è tutt’ora, determinando ciò anche forme di difficoltà di transito e di parcheggio.

Ritenendo nostro compito promuovere l’intervento dei poteri pubblici, confidando ancora una volta nel buon senso e nella responsabilità di chi amministra la cosa pubblica, si inviano distinti saluti.”

Italia Nostra Alto Tirreno Cosentino

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra