Italia Nostra

21 Aprile 2024

Praia a Mare-Ancora una volta i Gigli di Mare sono stati presi di mira

Praia a Mare-Ancora una volta i Gigli di Mare sono stati presi di mira e gravemente colpiti da chi invece avrebbe dovuto tutelarli, cosa grave ed illegale.
 
Alla fine la macchina pulisci spiaggia, come lo scorso anno, era il 23 marzo 2023, ha invaso l’area dei Gigli di Mare in corrispondenza dell’ex Bocciodromo e dell’ex Onda Sud in un’area demaniale non in concessione, è bene specificarlo.
Sono state distrutte deliberatamente moltissime piante di Gigli di Mare di cui pubblichiamo ampia documentazione.
Cambiano i contesti ma un certo modo di gestire il potere pubblico in campo ambientale continua senza soluzioni di continuità.
 
C’è da mettersi le mani nei capelli solo se si pensa che chi dovrebbe far rispettare la legge di tutela dei Gigli di Mare, varata dalla regione Calabria, e dello stesso Regolamento comunale sull’utilizzo del Demanio Marittimo, è lo stesso che ne provoca il danneggiamento e la distruzione.
 
Eppure per evitare questa situazione che avevamo messo in conto considerati i precedenti ed i soggetti in campo, per tempo, in data 30 marzo 2024, avevamo inviato al comando della Polizia Municipale di Praia a Mare, al comando del Nucleo Carabinieri forestali di Scalea una nota pec con la quale chiedevamo agli stessi di intervenire con assoluta urgenza al fine di impedire che il macchinario pulisci spiaggia finisse per entrare nell’area dei Gigli di Mare distruggendoli o danneggiandoli in violazione di legge. Tale richiesta è risultata completamente vana in quanto non si è riusciti ad impedire questo scempio che costituisce, lo ribadiamo, un atto completamente illegale contrario alla legge di tutela voluta dalla regione Calabria.
Vorremmo chiedere direttamente al sindaco del comune di Praia a Mare, al consigliere con delega all’ambiente e a ciascun consigliere di maggioranza di dare una spiegazione di questo operato, di questo continuo accanimento contro i Gigli di Mare come è già avvenuto lo scorso anno, ben sapendo che esiste una legge di tutela che prevede tra l’altro, qualora il fatto non costituisca reato, ingenti sanzioni per chi danneggia o distrugge tale pianta che è stata classificata tra quelle di alto valore naturalistico.
 
E’ bene che si sappia che Italia Nostra non smetterà di denunciare ogni azione che verrà effettuata contro l’esistenza di questa pianta soprattutto se gli autori sono coloro che dovrebbero proteggerla in base alla legge.
Premesso quanto abbiamo fino a questo punto evidenziato, chiediamo ai Carabinieri Forestali di Scalea di valutare quanto avvenuto alla luce dell’applicazione della legge regionale 47 del 2009 come modificata dalla legge regionale numero 1 del 2019 e dello stesso Regolamento comunale sull’utilizzo del Demanio Marittimo.
Chiediamo inoltre agli stessi di fare in modo che il comune, come già fatto dalla precedente amministrazione per un caso analogo e su diretto intervento dell’ex assessore all’ambiente De Caprio, vedi foto allegata, delimiti con urgenza con nastro rosso e bianco l’area che è stata interessata dall’intervento illegittimo della macchina pulisci spiaggia al fine di favorire la ricrescita delle piante di Gigli di Mare ancora integre sotto la sabbia, impedendo il calpestio e il transito di mezzi come già si vede dalle foto stia già avvenendo. È il minimo che il comune di Praia a Mare possa fare per riparare ai danni evidenti che sono stati apportati.
Chiediamo alla Regione Calabria Dipartimento Territorio e tutela dell’Ambiente Settore Parchi e Aree naturali protette di intervenire sul comune di Praia a Mare per richiamarlo ad un corretto comportamento e alla delimitazione dell’area per come sopra specificato al fine di salvare i gigli di mare ancora salvabili .
I Gigli di mare non si distruggono ma si tutelano e si valorizzano come avviene in moltissimi comuni d’Italia, quelli più all’avanguardia e moderni, perché costituiscono una risorsa ambientale che è un bene ed una fortuna avere sul proprio territorio.
 
Italia Nostra Sezione Alto Tirreno Cosentino
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy