Italia Nostra

Data: 24 Maggio 2016

Lamezia Terme: riflessione su recupero del patrimonio esistente e importanza della cittadinanza attiva

In attesa di essere ricevuti dal Sindaco di  Lamezia Terme e nel tentativo di offrire un contributo nell’ambito della riduzione degli sprechi limitando a zero il consumo di suolo, Italia Nostra individua nell’abbandono degli edifici e degli spazi infrastrutturali o agricoli peri-urbani uno dei capitoli più evidenti di comportamenti errati e dannosi e di spreco di risorse. Nella gran parte dei Paesi di più antica industrializzazione vi è infatti un’enorme quantità di edifici inutilizzati e in Italia il fenomeno è aggravato dalla scarsa lungimiranza di gran parte degli interventi pubblici e la notevole quantità di edifici già inutili o sovradimensionati al momento della costruzione. La Calabria e Lamezia non ne sono esenti.Ci troviamo oggi di fronte a una grande varietà di beni inutilizzati: capannoni industriali, uffici, case cantoniere, cascine, ferrovie, stazioni, ospedali, centrali elettriche, abitazioni, strutture sportive, palestre.

Questi beni rappresentano per il nostro Paese  e per il nostro Comune un’immensa risorsa materiale disponibile, un vero e proprio patrimonio, che si riduce nel suo valore man mano che va verso il degrado. Il PSC non deve né può eludere questo aspetto fondamentale.

Seppur improbabile disporre di investimenti pubblici tanto elevati da riqualificare tutto il patrimonio esistente, si può con un recupero intelligente e lungimirante e grazie all’azione dei cittadini. La creatività e l’impegno dell’intera comunità sono in grado di attivare un diffuso riuso dei beni inutilizzati con progetti semplici, economici, facilmente realizzabili, utili, piacevoli, per renderli finalmente disponibili! Il panorama dei soggetti che operano in tale direzione è veramente enorme e molto variegato. La capacità di iniziativa dei cittadini è un grande segnale di vitalità che va valorizzata, accompagnata dalle istituzioni. Va data garanzia di sicurezza e fruibilità dei beni da parte dei cittadini stessi.

Invitiamo cittadini e associazioni a proporre ai Comuni progetti volti non solo alla realizzazione di attività quali abbellimento e manutenzione di aree del territorio, ma soprattutto al recupero e riuso di beni immobili e aree inutilizzate che potrebbero essere valorizzate grazie al contributo e alla cura dei cittadini e delle associazioni a beneficio dell’intera collettività e nello spirito dell’articolo 118, ultimo comma, della Costituzione. È in questo spirito che abbiamo proposto al nostro Comune di aderire al progetto nazionale Orti Urbani, predisposto da Italia Nostra, progetto che ha l’ambizione non solo di favorire il riuso “dal basso” connesso alle esigenze e all’azione diretta dei cittadini, ma anche di sostenere i soggetti già impegnati sul tema. È dal 2 marzo che aspettiamo di essere ricevuti dal Sindaco di Lamezia Terme.

Giuseppe Gigliotti – Presidente Italia Nostra Lamezia Terme

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra