Italia Nostra

Data: 23 Aprile 2019

San Nicola Arcella: Arcomagno, iniziati i lavori di messa in sicurezza

Sono iniziati i lavori per la riqualificazione, manutenzione e messa in sicurezza del tratto di spiaggia e del sentiero che porta all’Arcomagno. Ma in cosa consisteranno tali lavori?

Il sentiero di accesso all’Arcomagno sarà allargato fino a tre metri e risistemato il vialetto che porta alla grotta, saranno ripristinati i muretti lungo il sentiero con pietre presa sul posto, verrà realizzata una staccionata a croce con paletti di castagno.

Sulle pareti rocciose si interverrà in cinque aree con l’abbattimento delle rocce in condizione di equilibrio precario e con il consolidamento delle pareti rocciose fratturate per mezzo di perforazioni ed intasamento con malta epossidica, cemento, sabbia, additivi ecc.

Attendiamo di vedere la qualità di tali interventi di consolidamento sulle rocce e quelli che verranno realizzati sul grande arco che ci auguriamo venga alleggerito dei muretti in pietra.

SICUREZZA

A lavorazioni ultimati, però, come si legge nel progetto, considerata la qualità scadente della roccia, le condizioni di rischio per la incolumità delle persone che percorrono il sentiero di accesso all’Arcomagno , risulteranno sensibilmente ridotte ma non completamente assenti e si renderà necessario sviluppare un programma di prevenzione basato sul monitoraggio delle pareti rocciose e sulla manutenzione costante dei versanti in roccia, nonché della pulizia costante del sentiero per evitare fenomeni erosivi.

Dunque, si legge nella relazione tecnica allegata al progetto esecutivo, “potranno permanere condizioni di rischio residuo in quanto nell’attuale progetto si prevedono solo interventi di tipo puntuale nella zona compresa tra il sentiero e la spiaggia dell’Arcomagno. La sistemazione di tali settori dovrà essere oggetto di un futuro e necessario intervento di consolidamento diffuso”.

Francamente ci aspettavamo qualcosa di ben diverso in intermini di sicurezza dopo che di questo progetto se ne è fatto, per certi versi anche comprensibilmente , un gran vanto. Ma andando poi a bene vedere tra le carte, i tecnici, per definire il campo delle loro responsabilità, hanno messo dei paletti ben precisi e le conclusioni sono quelle sopra evidenziate.

Allora non possiamo che domandare al comune di San Nicola Arcella: perché non è stato progettato un intervento di consolidamento diffuso nei settori indicati per corrispondere ad una definitiva e completa richiesta di sicurezza necessaria ed indispensabile per un sito visitato da migliaia a migliaia di persone durante tutto il corso dell’anno?

In questa situazione l’Ammistrazione comunale di San Nicola Arcella, ai fini della sicurezza, ha le risorse finanziarie per assicurare il necessario programma di prevenzione consistente, come indicato nel progetto esecutivo, nel monitoraggio delle pareti rocciose, nella manutenzione costante dei versanti di roccia e nella pulizia del sentiero?

DECORO E GESTIONE DEL SITO

In attesa di tali risposte, sin da ora Italia Nostra ribadisce il proprio impegno per ottenere e garantire che l’Arcomagno non venga più abbandonato a se stesso, che venga assicurata una fruizione controllata e sostenibile rapportata alla fragilità del sito, che non vi siano più bivacchi o attendamenti al suo interno, insomma che al sito naturalistico venga garantito, tramite una specifica regolamentazione, quel rispetto e decoro che esso merita e che la collettività chiede.

Per Italia Nostra è necessario assicurare un efficace controllo e la manutenzione del sito, due azioni indispensabili che ancor di più ci riportano alla inevitabile introduzione di un biglietto d’ingresso che non solo può costituire un canale utile al miglioramento della sostenibilità finanziaria del complesso dell’Arcomagno , ma può essere determinante per gestire al meglio le politiche di conservazione di un sito che deve diventare area protetta, da congiungere con la vicina ZSC , limitando i danni prodotti da un accesso indiscriminato. Vi è infatti una accertata stretta relazione tra la disponibilità alla bigliettazione dei visitatori e la loro sensibilità sulle tematiche ambientali, soprattutto se accompagnata da chiarezza e trasparenza sull’impiego delle risorse che ne derivano.

Le somme incassate dovranno essere destinate unicamente a interventi legati al sito, quindi per la pulizia di alcune aree, per la manutenzione dei sentieri , la manutenzione dei versanti rocciosi e anche per la comunicazione o la sensibilizzazione alle tematiche ambientali.

Ci auguriamo che tutto ciò possa avvenire, casomai con il coinvolgimento della giovane Pro Loco di San Nicola Arcella e delle Associazioni presenti sul territorio.

Italia Nostra – Sezione Alto Tirreno Cosentino

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra