Italia Nostra

Data: 6 Giugno 2017

In ricordo di Vittoria Calzolari

Il 2 giugno ci ha lasciato l’Architetto Vittoria Calzolari, assessore al Centro storico prima col sindaco Argan e poi col suo successore Petroselli. Docente di Urbanistica e di Assetto del Paesaggio alla Sapienza. Conosciuta e apprezzata a livello internazionale.

Oggi durante la messa alla Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo nella commemorazione seguita alla cerimonia religiosa è intervenuta per Italia Nostra Sezione di Roma, Annalisa Cipriani sua grande amica.

Qui di seguito una sintesi del suo appassionato intervento:

“Non è semplice nè facile dare testimonianza del lungo solidale lavoro profuso da Vittoria a sostegno delle  battaglie e delle attività  di Italia Nostra, ed è grande il debito di riconoscenza che abbiamo contratto con lei  e lungo anche l’elenco di quanto le dobbiamo per la competenza che ha messo a disposizione di Italia Nostra con i suoi studi insuperati, diventati   spesso  linee guida  per le azioni  della sezione romana dell’Associazione  a tutela della città, del comprensorio dell’Appia,  nella  visione unitaria con i Fori e  l’Area centrale, del decoro del centro storico,  del  verde urbano, delle ville storiche, dell’Agro romano a salvaguardia di un sistema  storico ambientale che abbraccia l’intera area metropolitana.

Suo l’importante studio ambientale preliminare alla redazione dei piani di assetto del sistema delle Aree protette regionali di Roma affidatogli dall’Ente Roma Natura.

Quel nesso tra natura e storia che è sempre stato filo conduttore delle sue ricerche sul paesaggio; riconosciuta signora e maestra di una lettura comparata del paesaggio individuando i criteri e i requisiti necessari a conservarne equilibri e caratteri fondamentali. Ha regalato a tutti noi un insegnamento concreto e la militanza attiva nell’Associazione.

Una lezione magistrale per rigore scientifico e nitore intellettuale sulla sua idea di città, in un sistema imprescindibile di valori storici e ambientali da far conoscere e far salvaguardare non solo dai futuri architetti e urbanisti, ma specialmente dagli stessi cittadini.

Ha coordinato dal 1973 lo studio per un piano per il Parco dell’Appia Antica, pubblicato poi, per Italia Nostra Sezione di Roma, nel 1984 con un finanziamento del Comune e della Provincia di Roma.

Era solo l’inizio di una collaborazione che ci avrebbe unito nel sostenere ogni sforzo per la realizzazione del Parco dell’Appia accanto ad Antonio Cederna , ed è un dovere per me oggi dare voce qui per l’ultima volta al suo tenace impegno fatto  di  ripetuti e incisivi interventi per denunciare lo stallo nell’ approvazione  della legge istitutiva del parco e poi il ritardo  sulla proposta di ampliamento dei suoi confini ottenuta successivamente dalla Regione Lazio che ha  inglobato  definitivamente  il comprensorio di Tor Fiscale, Santa Maria delle Mole e soprattutto Tor Marancia.

L’impegno di Italia Nostra per Lei sarà rivolto a realizzare il suo desiderio di ottenere che il suo Archivio potesse essere ospitato in una sede istituzionale continuando, in tal modo, a trasmettere alle nuove generazioni il suo insegnamento rivolto alla salvaguardia sempre più fragile del nostro paesaggio”.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra