Italia Nostra

Data: 26 Ottobre 2015

Ancona, Uscita ad Ovest in bilico

Quella che per alcuni è una cattiva notizia, “USCITA AD OVEST IN BILICO”, per la città di Ancona è invece una buona notizia. Che il quadro finanziario a sostegno del progetto fosse tutto da rivedere lo affermava già il CIPE nel suo parere del 2009 ed Italia Nostra lo rilevava nei propri documenti successivi. Adesso la conferma, proveniente da fonti governative, viene rilanciata dal sindaco Mancinelli (“è ancora nebbia sull’aggiornamento dei costi e sul piano finanziario”) a causa dei variati flussi di traffico rispetto a quando fu approvato il progetto preliminare nel 2007.

Dove è la buona notizia per Ancona? E’ che se le cose stanno così Ancona eviterà il  transito di quei milioni di mezzi che un assessore comunale pensava di poter intercettare tra i venti milioni di transiti in uscita da Ancona Nord ed Ancona Sud per portarli nel porto di Ancona, per favorire così la reddittività dell’uscita ad ovest! Se l’uscita ad ovest non si farà, a guadagnarci sarà la salute dei cittadini ed il patrimonio storico e monumentale cittadino, già assediati da 40.000 autoveicoli al giorno di pendolari e da 600.000 mezzi l’anno per le attività portuali!

Segnaliamo che da almeno due anni non conosciamo più i picchi dell’inquinamento delle strade di accesso alla città (via Bocconi, Porto, Torrette) grazie alla scelta della Giunta Spacca, che non trovò opposizione alcuna nell’allora amministrazione comunale, di chiudere le centraline di controllo della qualità dell’aria ad eccezione di quella nel Parco della Cittadella che scrupolosamente rileva l’aria respirata dai consiglieri dell’Ente Regione Marche…

Gli operatori portuali non dovrebbero chiedere la chiusura della Stazione Marittima che va invece potenziata in stazione d’arrivo della metropolitana di superficie, quanto ESIGERE che sia SUBITO migliorata la circolazione nello snodo di Torrette con la realizzazione delle misure atte a velocizzare il traffico e a tutelare la salute dei cittadini residenti. Italia Nostra sostiene la necessità che Ancona si doti di un piano di mobilità sostenibile che “riduca gli ingorghi, migliori l’ accesso al centro e renda più vivibile il capoluogo”(CNA del 24.10.2015).

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra