Italia Nostra

Data: 3 Aprile 2020

No Bretella Campogalliano-Sassuolo: sì al confronto pubblico

Il Comitato “No Bretella-Sì Mobilità Sostenibile” ed altre associazioni (Comitato “Salute ambientale” Campogalliano, Italia Nostra, Lega per la Difesa Ecologica, Legambiente di Modena e Sassuolo, WWF Emilia centrale, Associazione “LiberaMente Cittadino” Formigine, Comitato “RespiriaMO Aria Pulita”, Comitato “Agricoltura Ambiente” Bagno, Associazione AIF Ambiente InForma, Associazione Medicina Democratica) contrarie alla costruzione della Campogalliano-Sassuolo hanno inviato una lettera ai Ministeri delle Infrastrutture e a quello dell’ambiente, alla Regione, ad Autobrennero e ad Istituzioni locali per chiedere il ritiro delle comunicazioni relative alle pratiche di esproprio da parte del concessionario AutoCS. “Non meraviglia – affermano comitati ed associazioni – che le comunicazioni di esproprio dei terreni interessati dall’opera siano state inviate prima che avvenisse quel confronto pubblico da sempre desiderato. Un confronto necessario non foss’altro ai fini della verifica di compatibilità del progetto esecutivo con le prescrizioni allegate alla Delibera CIPE n. 62/2010 circa la sicurezza idraulica ed i fenomeni di esondazione del Secchia, di ovvio interesse anche per le istituzioni locali. Non dimentichiamo, infatti, le promesse dei Sindaci dei Comuni impattati che avevano garantito una presentazione pubblica del progetto esecutivo, non ancora avvenuta in alcuna sede”. Comitati ed associazioni sottolineano come l’emergenza coronavirus abbia cancellato ogni possibilità di confronto pubblico “mentre i termini per le procedure di esproprio sono rimasti inalterati e nessun rappresentante delle istituzioni locali ha sollevato tali problematiche.” “Considerato che il conseguente gravissimo stato di crisi economico-sociale che si prospetta sarà tale da poter pregiudicare la stessa ripresa economica del Paese, tutti non possiamo esimerci dal riflettere seriamente sulle vere emergenze e priorità di investimenti, oltre che su una politica della mobilità compatibile con la sostenibilità ambientale e della salute”.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra