Italia Nostra

Data: 26 Settembre 2014

Le Associazioni tornano a chiedere di far decadere il progetto “Mediapolis”

In data 4 Giugno 2012 le scriventi associazioni hanno chiesto alla Regione di dare atto che non sussistevano più le condizioni per l’attuazione del progetto presentato dalla S.p.A. MEDIAPOLIS, relativo al “Parco a tema” di Albiano d’Ivrea; dovendosi constatare che la verifica di attendibilità economica e finanziaria della Società proponente ha avuto esito negativo e che di conseguenza debbono considerarsi venute meno le condizioni previste dall’Accordo di Programma del 15 Maggio 2009. Non risulta che la Regione abbia dato alcun seguito all’istanza, tuttavia le vicende intervenute successivamente hanno confermato quanto si prevedeva nel 2012 circa il sostanziale e definitivo insuccesso della iniziativa. Occorre peraltro che la Regione prenda una definitiva posizione al riguardo, e le Associazioni confermano la disponibilità a collaborare con la Regione per una valorizzazione dell’area di Albiano che ne assicuri la conservazione dei caratteri ambientali e paesaggistici.

Si insiste pertanto – richiamando ogni precedente dichiarazione – nel chiedere che l’Amministrazione Regionale voglia considerare esaurita l’iniziativa del parco a tema MEDIAPOLIS, confermando la attuale destinazione agricola e naturale dell’area anche per intervenuta decadenza del piano particolareggiato approvato con D.G.R. 26 Giugno 2003 N. 12 – 9723, che ha perso ogni efficacia per il decorso del decennio.

Si chiede altresì che la Regione constati l’intervenuta decadenza del giudizio di compatibilità ambientale espresso con Deliberazione della Provincia di Torino n. prot. 674 – 35979/2008 del 1° Luglio 2008; ciò per decorso del termine quinquennale previsto dall’art. 26, comma 6, D. Lgs. 152/2006. Quale ulteriore conseguenza, si chiede che la Regione avvii la procedura per la revoca dell’accordo di programma sottoscritto in data 15 Maggio 2009, non sussistendo più i presupposti giuridici e di fatto per la sua ulteriore sopravvivenza.

 

I sottoscritti:

– FONDAZIONE FAI – Fondo Ambiente Italiano,

– FEDERAZIONE NAZIONALE PRO NATURA,

– ITALIA NOSTRA ONLUS,

– LEGAMBIENTE – ASSOCIAZIONE  AMBIENTALISTA NAZIONALE Onlus,

– WWF  ITALIA ONLUS.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra