Italia Nostra

Data: 29 Dicembre 2021

Istituzione della Fondazione “Tito Schipa”: scelta appropriata  per valorizzare la cultura musicale del Salento

 

          In relazione al dibattito che si svolgeva all’inizio di quest’anno sugli organi di informazione in merito alla destinazione dello storico edificio dell’ex Liceo Musicale “Tito Schipa”, la scrivente Associazione inviò alle istituzioni interessate (Comune e Provincia di Lecce e Regione Puglia) una missiva con la quale, nel sottolineare il valore storico-architettonico e le finalità per cui venne realizzato (anche attraverso una grossa somma che il tenore donò appositamente), poneva in evidenza le diverse ed importanti funzioni culturali che tale edificio poteva svolgere per la città Lecce e per l’intero territorio salentino.

           Recependo le istanze avanzate dal Conservatorio musicale “Tito Schipa” di Lecce, Italia Nostra sostenne con tale nota la proposta affinchè lo storico edificio (recentemente restaurato) venisse affidato alla governance di una Fondazione (da costituire ad hoc), opportunamente promossa dagli Enti pubblici interessati (Comune e Provincia di Lecce, Camera di Commercio di Lecce, Regione Puglia e Conservatorio “Tito Schipa”) anche con l’adesione di altri soggetti pubblici e privati, ed in cui attivare un polo biblio-museale e laboratoriale sul grande tenore e – più in generale – sulla storia della musica nel Salento.

            Pertanto la decisione adottata recentemente dal Consiglio regionale pugliese – su proposta del Consigliere Paolo Pagliaro e condivisa dai colleghi Donato Metallo, Cristian Casili nonché dall’ex Assessore alla Cultura Massimo Bray – di istituire la Fondazione “Tito Schipa” e di supportarla con una somma di 450.000 euro, non può che trovare il pieno apprezzamento di Italia Nostra anche perché votata dall’intero Consiglio regionale.

            Ora si tratta di avviare le azioni necessarie affinchè tale Fondazione venga formalmente istituita con il coinvolgimento dei diversi soggetti istituzionali, culturali, economici e sociali (pubblici e privati) interessati, a partire evidentemente da Tito Schipa junior e dagli eredi del compianto Gianni Carluccio che, per lungo tempo con passione, impegno e rigore, si è adoperato nel raccogliere un’enorme quantità di documenti sul grande tenore salentino.

             Allo stesso tempo è opportuno evidenziare che, ad implementare la raccolta dei cimeli e documenti dell’auspicabile istituzione di un polo biblio-museale, la scrivente Associazione ha già registrato la disponibilità di alcuni cittadini a donare strumenti e documenti in loro possesso, ciò a dimostrazione del legame che ancora è vivo nei salentini verso “l’usignolo”.

           Sulla base di tali intendimenti Italia Nostra continuerà a sostenere l’iniziativa e – se possibile – ad offrire la propria collaborazione alla istituenda Fondazione certi che servirà a far crescere il territorio in termini culturali, economici e sociali.    

Antonio Costantini  e Marcello Seclì
per la Sezione Italia Nostra Sud Salento

 

Per la foto in evidenza: Di Bain News Service, publisher – Questa image è disponibile presso la Divisione Stampe e Fotografie (Prints and Photographs Division) della Biblioteca del Congresso – Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2830897

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra