Italia Nostra

Data: 3 Maggio 2013

Caltanissetta, no al taglio di cinquanta pini a Pietraperzia

A seguito della segnalazione di un cittadino pietrino (vedi la petizione), Italia Nostra, da sempre impegnata nella tutela del patrimonio arboreo, considerato come bene comune, invita codesta Amministrazione Comunale, nel caso volesse adottare iniziative così drastiche e poco riguardosi del patrimonio arboreo di Pietraperzia, a volere riconsiderare la delibera che, quanto esposto dalla petizione, disporrebbe il taglio di ben 50 splendidi alberi di pino che si trovano lungo il Viale Unità d’Italia.

L’alberata del viale da diversi lustri fa parte del patrimonio pubblico comunale  e devono sussistere motivi validi e inderogabili per richiedere interventi così drastici. Nel caso specifico non sono giustificabili tagli che non siano esclusivamente dipendenti da ragione di pericolo acclarato.

Il Pino domestico (Pinus pinea L.) è sicuramente l’albero che più caratterizza le fasce costiere del centro Italia e, soprattutto, la città di Roma (circa 18.000 sono i pini domestici a gestione comunale, presenti a Roma solo lungo le strade). Proprio per questa sua particolare presenza territoriale è noto con il nome volgare di “Pino Italico” o “Pino Romano”. Anche se poco longevi – la sua vita media oscilla tra i 110 e 150 anni in ambiente urbano – i cinquanta pini di Pietraperzia sono abbastanza giovani per essere stati piantati ca. 40 anni fa e non sembrano costituire pericolo alcuno.

Pertanto questa associazione invita l’Ispettorato Forestale di Enna a volere incaricare un proprio esperto per una verifica fitosanitaria e fitostatica delle alberature in oggetto per ogni singola pianta – la più completa ed esaustiva possibile – in modo da non trascurare parametri importanti.

Questa documentazione costituirà la premessa indispensabile per valutare la migliore soluzione per tutelare alberi che essendo in luogo pubblico sono di proprietà dello Stato.

Confidando nella sensibilità e nell’amore per l’ambiente naturale del territorio urbano e rurale che il Sindaco ha sempre dimostrato, si auspica un Suo ripensamento e dell’Amministrazione comunale che salvi i pini che per tanti anni oltre che all’incomparabile bellezza estetica hanno portato benefici alla salute dei cittadini che amministra.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra