Italia Nostra

Data: 27 Novembre 2021

Le associazioni ambientaliste contro l’eolico industriale ribadiscono che sarà il MITE e non la società proponente a giudicare l’impatto ambientale delle pale su Tuscania. 

 
 
Le associazioni ambientaliste non hanno esitato a rispondere alla lettera di diffida, inviata dall’avvocato della Wpd San Giuliano s.r.l., con i dovuti toni pacati.
 
La società lamenta la pubblicazione di una fotosimulazione dell’inserimento degli aerogeneratori in riferimento all’area di maggior pregio storico-culturale di Tuscania (Chiesa di San Pietro) sul Quotidiano Corriere della Sera, edizione del 6 novembre 2021 (Gian Antonio Stella, L’Italia e la sfida per conciliare nuove pale eoliche e antica bellezza).
 
Tale fotosimulazione è stata evidentemente estratta dall’atto di “osservazioni” ambientalista nel procedimento di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) relativo al progetto di centrale eolica in argomento, ivi presente a corredo in quanto elaborata nell’ambito della relazione tecnica “Fotosimulazione del parco eolico di progetto di Tuscania (VT)” (vds. allegato) predisposta da un ingegnere, libero professionista abilitato. Rimane, senz’altro la facoltà del Soggetto proponente, di effettuare le proprie controdeduzioni, ma – altrettanto ovviamente – sarà la competenza della Commissione tecnica VIA/VAS presso il Ministero della Transizione Ecologica di verificarne l’adeguatezza o meno al pari dell’intera documentazione inerente al medesimo procedimento, compresa quella proveniente dal Soggetto proponente. Appare, quindi, irrituale e sconcerta la pretesa di veder disconoscere la validità di una fotosimulazione redatta da un libero professionista abilitato e introdotta nel procedimento di V.I.A. de quo sulla base di una mera richiesta di parte in quanto non condivisa. Ulteriori richieste in tal senso porteranno al coinvolgimento delle strutture del Ministero della Transizione Ecologica preposte al procedimento di V.I.A. in argomento. 
 
Italia Nostra, GriG, Lipu, Forum Ambientalista, Altura, AssoTuscania, Mountain Wilderness
 
 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra