Appelli

13-12-2011

Non bucate il Vasari a Palazzo Vecchio!

DI: · TAG: ,

Ecco il testo dell’esposto di Italia Nostra alla Procura della Repubblica
Al signor Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Firenze

Italia Nostra, associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale della nazione, riconosciuta come persona giuridica con D.P.R. n. 1111 del 1958, con sede in Roma, viale Liegi, n. 33, che svolge attività “di rilevante interesse pubblico” “nel campo della tutela del patrimonio storico, artistico e naturale della nazione” (art.1, legge 23 maggio 1980, n. 211) ed è individuata dal Ministro dell’Ambiente come associazione nazionale di protezione ambientale a carattere nazionale (art.13 legge 8 luglio 1986), nella persona del presidente, legale rappresentante, Alessandra Mottola Molfino (nata a Roma il 24 aprile 1939 e residente ad Argenta – Ferrara -), espone i seguenti fatti perché Ella voglia valutare se in essi siano ravvisabili profili penalmente rilevanti.

(continua a leggere)

Leggi gli articoli di G. Bonsanti, di U. Nannucci ed il commento di Italia Nostra

______________________________________________________________

Per approfondimenti:

Vai all’articolo da “La Repubblica – Ed. Firenze” (del 12.12.2011)

Leggi la rassegna stampa del 10.12.2011

Leggi la rassegna stampa del 09.12.2011

Leggi la rassegna stampa del 08.12.2011

Vai all’articolo da “Il Fatto Quotidiano” (del 07.12.2011)

Vai all’articolo de “Il Messaggero” (del 07.12.2011)

Leggi la rassegna stampa del 06.12.2011 (prima parte)

Leggi la rassegna stampa del 06.12.2011 (seconda parte)

Leggi la rassegna stampa del 06.12.2011 (terza parte)

Vai all’articolo del “The Guardian” (del 06.12.2011)

Vai all’articolo del  “Corriere della Sera” (del 06.12.2011)

Vai all’articolo di “Repubblica” (del 06.12.2011)

Vai all’articolo di Repubblica.it

Leggi gli articoli da Repubblica (del 05.12.2011)

Vai all’articolo del Corriere della Sera (del 05.12.2011)

Vasari, salvado ‘in extremis’ (da “El Pais”.com del 9.12.2011)

“Gratta da Vinci” – Scratch and Win…a “da Vinci”! The Battle over the Battle of Anghiari (da “The Berkshire Review)

Vai all’articolo de “L’Espresso”

______________________________________________________________

Ecco l’appello alla Soprintendente di Firenze Cristina Acidini e al Sindaco di Firenze Matteo Renzi

Desideriamo esprimere la nostra grande preoccupazione per la sorte dell’affresco di Giorgio Vasari in Palazzo Vecchio a Firenze che in questi giorni viene bucato a più riprese nel tentativo di rintracciare quel che potrebbe rimanere della Battaglia di Anghiari di Leonardo.

La dissociazione della dottoressa Frosinini, responsabile del settore pitture murarie presso l’Opificio delle Pietre Dure, ha mostrato che all’interno dell’Opificio stesso non c’è accordo sulla natura e sui rischi di questi interventi.

Riteniamo del tutto improbabile che Vasari abbia sigillato qualcosa di ancora leggibile sotto un muro, e ci preoccupa che siano stati a dir poco sottovalutati i più attendibili risultati della ricerca storico-artistica, i quali mostrano che la Battaglia era con ogni verosimiglianza sulla parete opposta a quella che ora si sta forando.

Condividiamo dunque le ragioni dell’esposto presentato da Italia Nostra alla Procura della Repubblica di Firenze, e chiediamo alla Soprintendente Cristina Acidini e al Sindaco Matteo Renzi di fermare i lavori, e di non riprenderli senza aver insediato un osservatorio terzo, formato da autorevoli specialisti di storia dell’arte del Rinascimento.

Ecco le prime firme

Stiamo continuando a raccogliere firme… presto pubblicheremo l’elenco completo! Intanto puoi firmare anche tu compilando il form qui sotto!

Firma anche tu l’appello: compila il form qui sotto

Compila il form


Current day month ye@r *

Firme e commenti (97)

  1. Roberta da Cagliari il 10 dicembre 2011 alle 13:51

    Richiedo, con questa firma, che venga presa in considerazone il fermo dei lavori per evitare che l’opera del Vasari venga danneggiata inutilmente.

  2. Elena da Venezia il 10 dicembre 2011 alle 16:28

    Usate gli sforzi (soprattutto le risorse economiche) per ben altri scopi se davvero volete preservare e curare l’arte del nostro paese!!!

  3. Gabriela Stefania da VallodellaLucania il 10 dicembre 2011 alle 17:44

    “Facciamola finita col gratta e vinci!” cit.

  4. Angela Capillo da Milano il 10 dicembre 2011 alle 20:21

    Già, si sa mai che al posto della Battaglia di Anghiari ci trovaste una qualche testa di Modigliani. Che lo spirito del Vasari perseguiti i vostri sonni da qui all’eternità!

  5. Fabio Marcelli da Perugia il 11 dicembre 2011 alle 02:39

    Dedicati sforzi e risorse alla vera priorita’ della conservazione programmata del patrimonio e della creazione di lavoro

  6. Roberta Panzanelli da Firenze il 11 dicembre 2011 alle 12:26

    Aderisco all’appello.

  7. Chroscicki J.A. da Varsavia,Polonia il 11 dicembre 2011 alle 14:57

    Je suis avec mes colleques specialistes

    professeur Juliusz A. Chrościcki
    Universite de Varsovie; membre CIHA ; president de la committee de l’art ( Accademie Polonais des Sciences.

  8. Paola Porcinai da Firenze il 11 dicembre 2011 alle 15:40

    condivido le ragioni dell’esposto presentato da Italia Nostra alla Procura della Repubblica di Firenze.

  9. Regina Poso da Lecce il 11 dicembre 2011 alle 19:49

    Aderisco alla protesta, perché ritengo l’operazione devastante e condotta senza le adeguate conoscenze scientifiche. Sono, inoltre, convinta che gli attuali accertamenti richiederebbero un coinvolgimento di più autorevoli conoscitori del problema.

  10. Stefano Fragasso il 11 dicembre 2011 alle 20:08

    Ragionevolezza, sempre e comunque.

  11. Stefano Fragasso il 11 dicembre 2011 alle 20:16

    L’affresco non si tocca.

  12. Laura da CavaDe'Tirreni il 11 dicembre 2011 alle 20:53

    L’idea di distruggere l’opera del Vasari per salvare un infondato Leonardo, mi sembra sbagliata. Con la salvaguardia del patrimonio si dovrebbe preservare e non eliminare la memoria della comunità.

  13. Michael Miller da Williamstown,Massachusetts il 12 dicembre 2011 alle 00:37

    è chiaro che in questo progetto le procedure normali per proteggere gli affreschi di Vasari non sono state rispette

  14. claudia piredda da dolianova il 12 dicembre 2011 alle 14:10

    Correre il rischio di rovinare un’opera per trovarne un’altra la cui collocazione è solo ipotetica mi sembra pura follia. Non sempre si vince al “gratta e vinci”.

  15. Mignot Claude da Paris il 12 dicembre 2011 alle 16:57

    Firmo l’appello alla sopraintendente di Firenze Cristtina Acidini e al Sindaco di Firenze Matteo Renzi.

    Comment peut-on imaginer de s’engager dans cette recherche folle?
    Il convient absolument de respecter l’oeuvre de Vasari

  16. Mignot Claude da Paris il 12 dicembre 2011 alle 16:58

    Firmo e confirmo l’appello.
    Sarebbe un scandalo di toccare al capolavoro di Vasari per un sogno nebuloso.
    C. M.

  17. SENECHAL Philippe da Paris,France il 12 dicembre 2011 alle 17:27

    Questo dannoso tentativo va fermato subito.

  18. Domenico Biscardi da Parigi il 12 dicembre 2011 alle 20:25

    Importantissima questa attenzione nazionale ed internazionale circa le analisi sugli affreschi vasariani di Palazzo Vecchio.

  19. Deswarte-Rosa Sylvie da LyonFrance il 12 dicembre 2011 alle 21:17

    Non distruggere il dipinto di Vasari!

  20. Dafne Cola da Roma il 13 dicembre 2011 alle 11:27

    firmo!

  21. marta ragozzino da Matera il 13 dicembre 2011 alle 12:20

    soprintendente per i beni storici artistici e etnoantropologici della basilicata

  22. Marialuisa Bergamini da Milano il 14 dicembre 2011 alle 13:43

    Desideriamo esprimere la nostra grande preoccupazione per la sorte dell’affresco di Giorgio Vasari in Palazzo Vecchio a Firenze che in questi giorni viene bucato a più riprese nel tentativo di rintracciare quel che potrebbe rimanere della Battaglia di Anghiari di Leonardo.
    La dissociazione della dottoressa Frosinini, responsabile del settore pitture murarie presso l’Opificio delle Pietre Dure, ha mostrato che all’interno dell’Opificio stesso non c’è accordo sulla natura e sui rischi di questi interventi.
    Riteniamo del tutto improbabile che Vasari abbia sigillato qualcosa di ancora leggibile sotto un muro, e ci preoccupa che siano stati a dir poco sottovalutati i più attendibili risultati della ricerca storico-artistica, i quali mostrano che la Battaglia era con ogni verosimiglianza sulla parete opposta a quella che ora si sta forando.
    Condividiamo dunque le ragioni dell’esposto presentato da Italia Nostra alla Procura della Repubblica di Firenze, e chiediamo alla Soprintendente Cristina Acidini e al Sindaco Matteo Renzi di fermare i lavori, e di non riprenderli senza aver insediato un osservatorio terzo, formato da autorevoli specialisti di storia dell’arte del Rinascimento.

  23. Andrea Costa il 14 dicembre 2011 alle 14:55

    Responsabile Dipartimento “Ville storiche, Parchi e Aree verdi” Italia Dei Valori -Roma-

  24. doretta davanzo poli da Venezia il 14 dicembre 2011 alle 15:39

    si devono aspettare nuove tecnologie che in breve
    arriveranno, com’è intuibile dai continui progressi scientifici!

  25. Patrizia Ranieri da Roma il 14 dicembre 2011 alle 16:13

    Non bucate l’affresco del Vasari.

  26. michele desiato da alatri il 14 dicembre 2011 alle 18:26

    difendiamo l’arte dai tentacoli dei politici

  27. maurizio trotta da Roma il 15 dicembre 2011 alle 00:21

    Salviamo il Vasari !!!!

  28. Chiara Piva, ricercatrice e docente di "storia e teoria del restauro", università Ca' Foscari Venezia il 16 dicembre 2011 alle 13:10

    Che si valutino bene le priorità nella conservazione del nostro patrimonio!

  29. donatella da venezia il 16 dicembre 2011 alle 20:09

    Ovviamente firmo, è giusto e non costa nulla, ma…possibile che si debba sempre arrivare a questo?

  30. Maria Teresa Della Mura da PoglianoMilanese il 17 dicembre 2011 alle 02:04

    Solidale con la dottoressa Cecilia Frosinini, chiedo di non proseguire una ricerca non solo inutile, ma soprattutto dannosa.

  31. Francesca da Arezzo il 17 dicembre 2011 alle 15:35

    Errare humanum est, perseverare diabolicum

  32. Martini Cinzia da Arezzo il 17 dicembre 2011 alle 15:41

    nella ricerca dell’impossibile….la certezza di distruggere ciò che la Storia ci ha donato e che ci appartiene di Diritto…quale Bene dell’Umanità.

  33. Antonio Magaudda da LATINA il 17 dicembre 2011 alle 19:16

    E’ pura follia!

  34. maria harvey il 18 dicembre 2011 alle 13:49

    E se poi il Leonardo c’e’, (e ci sono dei grossi dubbi), cosa succedera’ all’affresco del Vasari?

  35. Giuseppe CAMPA da MODENA il 18 dicembre 2011 alle 22:26

    Sono un cittadino italiano e come tale penso d’avere il diritto di esporre il mio pensiero su sto fatto dell’Affresco del Vasari al Palazzo della Signoria a Firenze!A me sembra na cosa come ” Alla ricerca dell’Arca perduta”!!! A mio avviso si stanno facendo de ” buchi nell’acqua, pardon , nell’affresco”!! Mi chiedo: ” Se qualcuno di questi signori , avesse un affresco del Vasari in casa sua , pensereste che darebbe il permesso di forare l’affresco , come se il muro fosse la pentola per cuocere le castagne, perchè qualcuno gli ha detto che sotto l’affresco si potrebbe trovare un affresco di Leonardo?”. Penso proprio di no! Ma siccome il Palazzo della Signoria è pubblico, allora tutto è concesso! Potrei cortesemente dare un suggerimento? Perchè non pulite il salone intero, da tutte le incurie che lo deturpano? Mi sono permesso di intervenire, anche se con un pò di ironia, perchè credo che forare il Vasari è un sacrilegio perfettamente inutile. Comunque absit iniuria verbis!!
    Cordiali saluti
    Giuseppe CAMPA

  36. Pier Andrea Mandò, ordinario di fisica applicata, direttore Sezione INFN Firenze da Firenze il 20 dicembre 2011 alle 23:05

    aderisco

  37. Elena Martone da Milano il 21 dicembre 2011 alle 16:35

    Rovinare un’opera certa per cercare prove incerte? E con quali risultati? No, grazie, la battaglia non si tocchi, di danni al nostro patrimonio artistico ne procuriamo già a sufficienza con la noncuranza non aggiungiamone altri inutili

  38. Silvia Pieralli da Viareggio il 30 dicembre 2011 alle 22:56

    Non danneggiate l’opera di Vasari. Inutilmente.
    La buona pubblicità viene dalla reale salvaguardia e cura
    dell’arte e del paesaggio

  39. katia da reggiocalabria il 4 gennaio 2012 alle 12:11

    Aderisco all’appello per evitare che l’opera venga danneggiata difendiamo l’arte del nostro paese.

  40. Ioana Herbert il 14 gennaio 2012 alle 17:45

    storica dell’arte, Augsburg, Germania

  41. Non vedo il motivo di questa folle operazione dal momento che la “La battaglia di Anghiari” leonardesca venne lasciata incompita dal Da Vinci a causa di una tecnica poco funzionale alla superficie della sala.Tentò di fissare i colori ad encausto,ma il calore non fu sufficiente a scaldare la grande parete.Accotentiamoci degli studi leonardeschi e del rifacimento di Rubens e lasciamo i bellissimi affreschi del Vasari,peraltro ultimamente rivalutato.

  42. mario ibba da sassari il 19 gennaio 2012 alle 02:30

    Richiedo, con questa firma, che venga presa in considerazone il fermo dei lavori per evitare che l’opera del Vasari venga danneggiata inutilmente.

  43. FULVIO FIORENTINI da CIVITACASTELLANA(VT) il 25 gennaio 2012 alle 19:12

    Non bucate il Vasari a Palazzo Vecchio!

  44. Eloi de Tera da UniversitatdeBarcelona il 14 marzo 2012 alle 13:52

    Firmo

  45. Johnatan Saso da FirenzeePisa il 15 marzo 2012 alle 00:14

    Per rispetto all’Arte

  46. Sara Locci il 15 marzo 2012 alle 12:11

    Sono una dottoranda in storia dell’arte moderna e sottoscrivo questo appello intelligentemente elaborato da persone veramente competenti in materia.

  47. valentina locci il 15 marzo 2012 alle 20:31

    Concordo e spero che questa petizione possa evitare gesti totalmente irrispettosi. Vasari si rivolterebbe nella tomba, pover’uomo!

Commenti

97 commenti a “Non bucate il Vasari a Palazzo Vecchio!”

  1. Roberta scrive:

    Richiedo, con questa firma, che venga presa in considerazone il fermo dei lavori per evitare che l’opera del Vasari venga danneggiata inutilmente.

  2. Elena scrive:

    Usate gli sforzi (soprattutto le risorse economiche) per ben altri scopi se davvero volete preservare e curare l’arte del nostro paese!!!

  3. “Facciamola finita col gratta e vinci!” cit.

  4. Angela Capillo scrive:

    Già, si sa mai che al posto della Battaglia di Anghiari ci trovaste una qualche testa di Modigliani. Che lo spirito del Vasari perseguiti i vostri sonni da qui all’eternità!

  5. Fabio Marcelli scrive:

    Dedicati sforzi e risorse alla vera priorita’ della conservazione programmata del patrimonio e della creazione di lavoro

  6. Aderisco all’appello.

  7. Chroscicki J.A. scrive:

    Je suis avec mes colleques specialistes

    professeur Juliusz A. Chrościcki
    Universite de Varsovie; membre CIHA ; president de la committee de l’art ( Accademie Polonais des Sciences.

  8. Paola Porcinai scrive:

    condivido le ragioni dell’esposto presentato da Italia Nostra alla Procura della Repubblica di Firenze.

  9. Regina Poso scrive:

    Aderisco alla protesta, perché ritengo l’operazione devastante e condotta senza le adeguate conoscenze scientifiche. Sono, inoltre, convinta che gli attuali accertamenti richiederebbero un coinvolgimento di più autorevoli conoscitori del problema.

  10. Stefano Fragasso scrive:

    Ragionevolezza, sempre e comunque.

  11. Stefano Fragasso scrive:

    L’affresco non si tocca.

  12. Laura scrive:

    L’idea di distruggere l’opera del Vasari per salvare un infondato Leonardo, mi sembra sbagliata. Con la salvaguardia del patrimonio si dovrebbe preservare e non eliminare la memoria della comunità.

  13. Michael Miller scrive:

    è chiaro che in questo progetto le procedure normali per proteggere gli affreschi di Vasari non sono state rispette

  14. claudia piredda scrive:

    Correre il rischio di rovinare un’opera per trovarne un’altra la cui collocazione è solo ipotetica mi sembra pura follia. Non sempre si vince al “gratta e vinci”.

  15. Mignot Claude scrive:

    Firmo l’appello alla sopraintendente di Firenze Cristtina Acidini e al Sindaco di Firenze Matteo Renzi.

    Comment peut-on imaginer de s’engager dans cette recherche folle?
    Il convient absolument de respecter l’oeuvre de Vasari

  16. Mignot Claude scrive:

    Firmo e confirmo l’appello.
    Sarebbe un scandalo di toccare al capolavoro di Vasari per un sogno nebuloso.
    C. M.

  17. Questo dannoso tentativo va fermato subito.

  18. Importantissima questa attenzione nazionale ed internazionale circa le analisi sugli affreschi vasariani di Palazzo Vecchio.

  19. Non distruggere il dipinto di Vasari!

  20. marta ragozzino scrive:

    soprintendente per i beni storici artistici e etnoantropologici della basilicata

  21. Desideriamo esprimere la nostra grande preoccupazione per la sorte dell’affresco di Giorgio Vasari in Palazzo Vecchio a Firenze che in questi giorni viene bucato a più riprese nel tentativo di rintracciare quel che potrebbe rimanere della Battaglia di Anghiari di Leonardo.
    La dissociazione della dottoressa Frosinini, responsabile del settore pitture murarie presso l’Opificio delle Pietre Dure, ha mostrato che all’interno dell’Opificio stesso non c’è accordo sulla natura e sui rischi di questi interventi.
    Riteniamo del tutto improbabile che Vasari abbia sigillato qualcosa di ancora leggibile sotto un muro, e ci preoccupa che siano stati a dir poco sottovalutati i più attendibili risultati della ricerca storico-artistica, i quali mostrano che la Battaglia era con ogni verosimiglianza sulla parete opposta a quella che ora si sta forando.
    Condividiamo dunque le ragioni dell’esposto presentato da Italia Nostra alla Procura della Repubblica di Firenze, e chiediamo alla Soprintendente Cristina Acidini e al Sindaco Matteo Renzi di fermare i lavori, e di non riprenderli senza aver insediato un osservatorio terzo, formato da autorevoli specialisti di storia dell’arte del Rinascimento.

  22. Andrea Costa scrive:

    Responsabile Dipartimento “Ville storiche, Parchi e Aree verdi” Italia Dei Valori -Roma-

  23. si devono aspettare nuove tecnologie che in breve
    arriveranno, com’è intuibile dai continui progressi scientifici!

  24. Non bucate l’affresco del Vasari.

  25. michele desiato scrive:

    difendiamo l’arte dai tentacoli dei politici

  26. maurizio trotta scrive:

    Salviamo il Vasari !!!!

  27. Chiara Piva, ricercatrice e docente di "storia e teoria del restauro", università Ca' Foscari Venezia scrive:

    Che si valutino bene le priorità nella conservazione del nostro patrimonio!

  28. donatella scrive:

    Ovviamente firmo, è giusto e non costa nulla, ma…possibile che si debba sempre arrivare a questo?

  29. Solidale con la dottoressa Cecilia Frosinini, chiedo di non proseguire una ricerca non solo inutile, ma soprattutto dannosa.

  30. Francesca scrive:

    Errare humanum est, perseverare diabolicum

  31. Martini Cinzia scrive:

    nella ricerca dell’impossibile….la certezza di distruggere ciò che la Storia ci ha donato e che ci appartiene di Diritto…quale Bene dell’Umanità.

  32. maria harvey scrive:

    E se poi il Leonardo c’e’, (e ci sono dei grossi dubbi), cosa succedera’ all’affresco del Vasari?

  33. Giuseppe CAMPA scrive:

    Sono un cittadino italiano e come tale penso d’avere il diritto di esporre il mio pensiero su sto fatto dell’Affresco del Vasari al Palazzo della Signoria a Firenze!A me sembra na cosa come ” Alla ricerca dell’Arca perduta”!!! A mio avviso si stanno facendo de ” buchi nell’acqua, pardon , nell’affresco”!! Mi chiedo: ” Se qualcuno di questi signori , avesse un affresco del Vasari in casa sua , pensereste che darebbe il permesso di forare l’affresco , come se il muro fosse la pentola per cuocere le castagne, perchè qualcuno gli ha detto che sotto l’affresco si potrebbe trovare un affresco di Leonardo?”. Penso proprio di no! Ma siccome il Palazzo della Signoria è pubblico, allora tutto è concesso! Potrei cortesemente dare un suggerimento? Perchè non pulite il salone intero, da tutte le incurie che lo deturpano? Mi sono permesso di intervenire, anche se con un pò di ironia, perchè credo che forare il Vasari è un sacrilegio perfettamente inutile. Comunque absit iniuria verbis!!
    Cordiali saluti
    Giuseppe CAMPA

  34. Elena Martone scrive:

    Rovinare un’opera certa per cercare prove incerte? E con quali risultati? No, grazie, la battaglia non si tocchi, di danni al nostro patrimonio artistico ne procuriamo già a sufficienza con la noncuranza non aggiungiamone altri inutili

  35. Silvia Pieralli scrive:

    Non danneggiate l’opera di Vasari. Inutilmente.
    La buona pubblicità viene dalla reale salvaguardia e cura
    dell’arte e del paesaggio

  36. katia scrive:

    Aderisco all’appello per evitare che l’opera venga danneggiata difendiamo l’arte del nostro paese.

  37. Ioana Herbert scrive:

    storica dell’arte, Augsburg, Germania

  38. Andrea scrive:

    Non vedo il motivo di questa folle operazione dal momento che la “La battaglia di Anghiari” leonardesca venne lasciata incompita dal Da Vinci a causa di una tecnica poco funzionale alla superficie della sala.Tentò di fissare i colori ad encausto,ma il calore non fu sufficiente a scaldare la grande parete.Accotentiamoci degli studi leonardeschi e del rifacimento di Rubens e lasciamo i bellissimi affreschi del Vasari,peraltro ultimamente rivalutato.

  39. mario ibba scrive:

    Richiedo, con questa firma, che venga presa in considerazone il fermo dei lavori per evitare che l’opera del Vasari venga danneggiata inutilmente.

  40. Non bucate il Vasari a Palazzo Vecchio!

  41. Johnatan Saso scrive:

    Per rispetto all’Arte

  42. Sara Locci scrive:

    Sono una dottoranda in storia dell’arte moderna e sottoscrivo questo appello intelligentemente elaborato da persone veramente competenti in materia.

  43. valentina locci scrive:

    Concordo e spero che questa petizione possa evitare gesti totalmente irrispettosi. Vasari si rivolterebbe nella tomba, pover’uomo!

Lascia un commento

Current day month ye@r *

Italia Nostra Onlus