Italia Nostra

Data: 16 Settembre 2021

Appello al Ministro Dario Franceschini: tuteli il paesaggio, faccia pressione sugli Enti Locali per salvare i Pini dall’infestazione di Toumeyella

pineta Ostia -2

Curare i pini dall’infestazione di Toumeyella parvicornis (una cocciniglia tartaruga di origine americana arrivata nel 2014 in Italia) si può e con la manutenzione ordinaria da pianificare in modo sistematico, senza dover sempre ricorrere a interventi emergenziali. È quanto è emerso dalle buone pratiche illustrate durante l’incontro organizzato ieri da Italia Nostra all’Orto Botanico di Roma, cui hanno partecipato le maggiori istituzioni scientifiche e amministrative impegnate a salvare il patrimonio arboreo della Campania e del Lazio. Unici assenti il Comune di Roma e la Soprintendenza SSABA di Roma.

Italia Nostra auspica che il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, voglia esercitare, attraverso le Soprintendenze, la tutela paesaggistica dei contesti e degli alberi monumentali e faccia pressione sugli Enti Locali, in pirmis Roma Capitale, affinché si facciano carico della cura dei pini di propria competenza, utilizzando le cure previste dal Decreto ministeriale emergenziale del MiPAAF, del 3 giugno 2021, “Misure fitosanitarie di emergenza ai fini del contrasto dell’organismo nocivo Toumeyella parvicornis” (con l’utilizzo del metodo Corradi e dei fitofarmaci autorizzati) in attesa che emergano soluzioni scientifiche, relative a competitori naturali, che possano tenere sotto controllo l’infestazione. Se non impediamo subito la strage di pini il paesaggio delle nostre città, in particolare di Roma, privo dei suoi protagonisti eccellenti, rischia di modificarsi irrimediabilmente

Buone pratiche e risultati positivi del MiC hanno riguardato solo alcune aree demaniali di diretta competenza: i pini dei Giardini della Reggia di Caserta, dei Parchi Archeologici del Colosseo, dell’Appia Antica e di Ostia Antica. In dettaglio si tratta di: 80 pini della Reggia di Caserta; 113 pini monumentali del Colosseo; 700 pini, tra cui circa 400 lungo la via Appia Antica, del Parco omonimo; e circa 400 pini di Ostia Antica.

All’incontro, coordinato dalla Arch. Mirella Di Giovine già dirigente del Comune di Roma, hanno partecipato: Dott.ssa Ebe Giacometti, Presidente Italia Nostra, Prof.ssa Annalisa Cipriani, Vicepresidente Italia Nostra Sezione di Roma, Prof. Carlo Blasi, Presidente Fondazione per la Flora Italiana, Prof. Paolo Aldo Audisio, Università degli studi di Roma La Sapienza, Dipartimento Biologia Ambientale, Dott. Pio Federico Roversi, MIPAAF, Direttore del Centro di Ricerca Difesa e Certificazione C.R.E.A. Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, Francesco Zanella di G.E.A. SNC Gestione Endoterapia Arborea, Arch. Tiziana Maffei, Direttrice della a Reggia di Caserta; Dott. Vito Consoli, Direttore della Direzione Ambiente Regione Lazio; Arch. Gabriella Strano del Parco Archeologico del Colosseo e Dott.ssa Sara Sacerdote, Ordine Agronomi per il Parco Archeologico dell’Appia Antica. Italia Nostra ringrazia il Direttore dell’Orto Botanico, Prof. Fabio Attorre, per aver ospitato l’incontro.

Per la tutela del paesaggio italiano il Ministro faccia valere il suo peso e difenda una specie arborea archeofita naturale di grandissimo pregio paesaggistico e ambientale.

ITALIA NOSTRA

Ufficio stampa | Flavia Corsano 335-5344767 | ufficiostampa@italianostra.org

***

vai al comunicato stampa del 15 settembre 2021

Salviamo il Pino domestico. Salviamo il paesaggio italiano. Salviamo i Pini di Roma dalla grave infestazione di Toumayella parvicornis. Una sfida contro il tempo, che richiede professionalità ed efficienza, una sfida necessaria!

Salviamo il pino domestico. Salviamo il paesaggio italiano. Salviamo i pini di Roma dalla grave infestazione di Toumeyella Parvicornis

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra