LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Abbazia di San Benedetto a Pontecagnano Faiano (SA)

Autore segnalazioneLa precedente segnalazione è avvenuta il 3 ottobre 2017 ad opera della sezione di Salerno di Italia Nostra – salerno@italianostra.org
Data aggiornamento15/06/2021
Denominazione beneAbbazia di San Benedetto a Pontecagnano Faiano (SA)
RegioneCampania
ProvinciaSalerno
ComunePontecagnano Faiano
LocalitàFaiano
IndirizzoPiazzetta San Benedetto
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 40.661857, 14.903681
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleMonastero
Inserire immagine abbazia-san-benedetto.jpg
Descrizione immagineAbbazia di San Benedetto: vista del prospetto principale
Descrizione generale del beneL’Abbazia di San Benedetto a Pontecagnano Faiano (SA) sorge nel centro abitato di Faiano, una piccola frazione che si estende tra i Monti Picentini e la pianura del Fiume Sele.

Questo territorio, considerato parte del più meridionale insediamento Etrusco, fu per secoli sede del potere feudale ecclesiastico. In particolare, già a partire dall’anno 1000, i monaci benedettini si erano insediati nel piccolo borgo di Faiano iniziando la costruzione dell’Abbazia di San Benedetto, dalla quale esercitavano il proprio potere feudale sui casali che circondavano il monastero. Intorno al 1167 il Feudo fu affidato da Guglielmo II al Monastero di San Benedetto di Salerno.

Il suo potere crebbe sempre di più e, nel XIII secolo, era diventato il più importate centro della valle meridionale dei Monti Picentini.

La concessione del Feudo di Faiano al Monastero benedettino di Salerno fu riconfermata anche durante le dominazioni degli Svevi, degli Angioini e dei Borboni, ad eccezione degli ultimi anni di Regno di questi ultimi.

Nel corso dei secoli, con lo sviluppo del centro abitato e la costruzione della nuova Chiesa di San Benedetto, avvenuta tra il XVIII e il XIX secolo, l’antica Abbazia medievale fu inglobata all’interno delle nuove costruzioni e, ad oggi, l’impianto originale appare fortemente rimaneggiato. L’edificio si presenta come una corte su due livelli, quasi completamente priva di apparati decorativi, a cui si accede mediante un grande portale ad arco ribassato posto sul fronte est, ossia quello con affaccio sull’odierna Piazza San Benedetto.

Questo luogo di grande importanza storica per tutti i cittadini di Faiano è stato per diversi anni in stato di abbandono, mentre la vicina Chiesa, recentemente restaurata, ha sempre svolto la sua funzione di edificio di culto e di parrocchia principale del piccolo centro in cui essa sorge. A partire dal 2011, in seguito alla sua acquisizione da parte del Comune, si diede avvio ai lavori di restauro dell’edificio conventuale, con lo scopo di farlo ritornare ad essere il centro della vita cittadina. I lavori furono, però, interrotti poco dopo e solo agli inizi del 2020, grazie alle risorse stanziate nell’ambito del POR (Programma Operativo regionale) Campania FESR 2014-2020 il Comune di Pontecagnano Faiano è riuscito a reperire i fondi necessari al restauro e alla valorizzazione dell’Abbazia di San Benedetto.
Presenza di elementi di pregioL'edificio non presenta particolari apparati decorativi, ad esclusione del grande portale di ingresso in pietra con terminazione ad arco a sesto ribassato.
Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesseIl bene presenta specifica "Dichiarazione di interesse culturale", secondo le disposizione del D.Lgs 42/2004, apposta con D.M. 24/01/2005.
Interesse pubblico del beneIl bene ha costituito per secoli il centro della vita sociale e religiosa di Faiano e, per un certo periodo, dell'intero territorio della valle meridionale dei Monti Picentini. Possiede, quindi, un inestimabile valore storico, culturale e sociale, poiché ha rappresentato un punto di riferimento per tutti i cittadini e, in quanto tale, è necessario che il suo restauro sia volto alla restituzione di una destinazione d'uso compatibile con il suo antico valore.
Periodo di realizzazionePRIMA EDIFICAZIONE XI secolo
Funzione in passatoIl bene, dalla sua fondazione fino al suo abbandono, ha ospitato i Monaci benedettini di Faiano e, allo stesso tempo, è stata sede del potere feudale ecclesiastico che questi ultimi esercitavano, per concessione dei Re di Napoli, sul territorio a sud dei Monti Picentini.
Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentaleL'Abbazia, attiva fin dall'XI secolo, è testimone della storia di Faiano e, allo stesso tempo, rappresenta la grande influenza politica e culturale esercitata dai Monaci benedettini a partire dal periodo medievale fino agli inizi del XIX secolo.
Sito/URLhttps://www.academia.edu/
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/
Sito/URLhttp://www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it/
Sito/URLhttps://www.salernonotizie.it/
Sito/URLhttps://www.ilpontenuovo.it/
Stato di conservazioneMediocre
Motivazioni del degradoSuperficiali (umidità), Superficiali (mancanza di intonaco.), Generali (abbandono), Uomo (finestre rotte)
Descrizione dello stato di conservazioneIl bene presenta un mediocre stato di conservazione dovuto alla presenza di infiltrazioni e ad un generale stato di abbandono che hanno portato al degrado delle sue superfici e alla fessurazione e caduta di porzioni di intonaco. Inoltre, molti degli infissi appaiono danneggiati e questo, oltre a modificare l'immagine dell'edificio, induce un'azione dannosa degli agenti atmosferici sugli ambienti interni.
ProprietàSoggetto pubblico
Tipologia soggetto pubblicoComune
Funzione attuale del beneIl bene è in stato di abbandono ed in attesa della conclusione di un già programmato intervento di restauro il quale dovrebbe fornire una nuova destinazione d'uso.
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:Nel 2011 il Comune di Pontecagnano Faiano diede avvio ad un restauro dell' Abbazia, ma l'intervento fu interrotto dopo poco tempo dall'inizio dei lavori.

Nel Gennaio 2020, grazie ai fondi reperiti con il POR Campania FESR 2014-2020, si è programmata la ripresa dei lavori che avrebbero dovuto concludersi entro la fine del 2020. Tuttavia, di tali lavori, volti al recupero dell'edificio e alla predisposizione di una nuova destinazione per la formazione di un centro polifunzionale in cui inserire laboratori didattici ed un piccolo teatro con funzione anche di sala conferenze, non si riscontra una conclusione.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
IndicazioniL'abbazia si trova nel centro di Faiano, frazione del comune di Pontecagnano Faiano in Provincia di Salerno. In particolare, si colloca lungo la Strada Provinciale SP 28 che, in nei pressi del complesso benedettino, prende il nome di Via Carlo Pisacane.
E' aperto al pubblico?No
Annotazioni aggiuntive schedaLa programmazione dei lavori di restauro dell'Abbazia di San Benedetto si riscontra all'interno dei Programmi Triennali dei Lavori Pubblici del Comune di Pontecagnano Faiano già a partire dal 2017, mentre non compaiono a partire dal Programma 2019-2021. I fondi sono stati, infatti, reperiti agli inizi del 2020, ma non si riscontrano tracce dell'inizio dei lavori né della loro conclusione.
Altre notearch. Angela Lato

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra