LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Chiesa di Santa Maria della Lagryma

Autore segnalazione15 marzo 2019 – segnalazione Istituto Comprensivo “AURELIO SALICETI” di Bellante – Classi 1^ e 3^ – sezione “A”
Data aggiornamento15/06/2021
Denominazione beneChiesa di Santa Maria della Lagryma
RegioneAbruzzo
ProvinciaTeramo
ComuneBellante
IndirizzoSP13, 141, 64020 Bellante TE
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 42.74137209983906, 13.811575002665828
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleConvento, Edificio adibito al culto, Rudere
Inserire immagine smaria_lagryma01.jpg
Descrizione immagineFotografia della facciata della chiesa di S. Maria della Lagryma
 
Inserire immagine smaria_lagryma02.jpg
Descrizione immagineImmagine del campanile della chiesa
 
Inserire immagine smaria_lagryma03.jpg
Descrizione immagineProspetto posteriore della chiesa
 
Descrizione generale del bene

I resti della chiesa di S. Maria della Lagryma e dell'annesso convento sorgono su una lieve altura poco fuori dal centro storico, in una zona di recente urbanizzazione. Il complesso si presenta allo stato ruderale, essendosi conservate negli anni solo parte degli alzati e le tracce in pianta delle murature. La chiesa tuttavia ha mantenuto la facciata a due ordini separati dalla cornice e a terminazione curvilinea, in cui si aprono in basso il portale rettangolare e in alto il finestrone incorniciato e sovrastato dalla lunetta; ai lati la superficie è contenuta tra le paraste tuscaniche. Sul fianco destro si poggia il campanile che riprende la scansione orizzontale del fronte e che forato dalla grande finestra arcata e da quella più piccola superiore. A destra sono visibili i resti murari del convento con il portale arcuato di accesso.


Di fronte alla facciata, è presente lo spiazzo ad angoli stondati con la scalinata di accesso in asse con il portale, di recente installazione.

Presenza di elementi di pregio

All'intero sono presenti alcuni resti dell'apparato decorativo, come i capitelli compositi delle paraste d'angolo e alcune tracce di pitture parietali. È conservata l'epigrafe tombale di una bambina morta nel 1873.

Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesse

Il bene, con numero identificativo 3142370 e denominazione “Ex Convento annesso alla Chiesa di Santa Maria della Lacrima”, è tutelato ai sensi dell'art. 12, D. Lgs. 42/2004 con decreto del 12–02–2009. Ente competente: Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio dell'Abruzzo con esclusione della citta' dell'Aquila e dei comuni del cratere.

Allega documento. L’allegato è riferito a documentazione ufficiale riferita al vincolo/descrizione dell’interesse culturale. ListaVincoli-3142370.pdf
Interesse pubblico del bene

I resti del complesso carmelitano, le cui prime notizie risalgono al Duecento, costituiscono uno dei caratteri più profondamente identitari del paesaggio e della storia di Bellante.

Periodo di realizzazioneXIII secolo
Funzione in passato

Il convento carmelitano è ceduto nel 1562 da Baldassarre Acquaviva, Marchese di Bellante e Conte di Caserta, ai Padri Carmelitani dell’Annunziata di Caserta ed è soppresso nel 1793. La chiesa perde il privilegio di chiesa parrocchiale che è trasferito nel 1795 alla chiesa di S. Croce.

Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentaleI ruderi documentano la vita religiosa del territorio.
Nome autoreAA.VV.
TitoloAbruzzo Molise. Guida d'Italia del Touring Club Italiano
Anno1997
Casa editriceTouring Editore
 
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it/vir/vir/vir.html
 
Sito/URLhttp://www.paesiteramani.it/Paesi/SMariaLacrima.htm
 
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Aspetti strutturali (crolli), Aspetti strutturali (mancanza di tetto), Superficiali (umidità), Superficiali (vegetazione), Superficiali (mancanza di intonaco.), Generali (abbandono)
Descrizione dello stato di conservazioneI ruderi si presentano in pessimo stato di conservazione a causa dello stato di abbandono e di incuria. In particolare, l'aula della chiesa è invasa dalla vegetazione infestante.
ProprietàSoggetto pubblico
Funzione attuale del beneIn stato di abbandono.
Eventuali progetti finalizzati al recupero/riutilizzo:Allo stato attuale, non si riscontrano progetti per il recupero o riutilizzo. Si segnala il progetto di recente esecuzione che ha visto l'innalzamento del nuovo sagrato con la scala antistante la facciata, con forme e materiali che sembrano essere poco consoni.
Eventuali proposte di riutilizzo:Allo stato attuale, non si riscontrano proposte per il riutilizzo.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ raggiungibile da un sentiero?
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?
IndicazioniIl complesso non risulta recintato ed è pertanto accessibile, sebbene le parti interne siano invase dalla vegetazione infestante.
E' aperto al pubblico?
Altre notearch. Gilberto De Giusti

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra