LISTA ROSSA ITALIA NOSTRA

Sette Monumenti religiosi nel Cuneese: ex Convento di San Martino a Castino (CN)

Autore segnalazioneLa precedente segnalazione è stata effettuata il 13 dicembre 2016 dalla sezione di Alba di Italia Nostra – alba@italianostra.org
Data aggiornamento22/10/2021
Denominazione beneSette Monumenti religiosi nel Cuneese: ex Convento di San Martino a Castino (CN)
RegionePiemonte
ProvinciaCuneo
ComuneCastino
LocalitàSan Martino
Indirizzovia San Martino
Indirizzo di georeferenziazione (da Google MAPS) 44.618910478226915, 8.163423710229802
CategoriaBeni culturali
Categoria specialistica bene culturaleConvento, Edificio adibito al culto, Rudere
Inserire immagine Alba_-Castino.jpg
Descrizione immagineEx Convento di San Martino a Castino: vista delle absidi romaniche
Inserire immagine Alba_Castino2.jpg
Descrizione immagineEx Convento di San Martino a Castino: dettaglio di una delle monofore ancora conservate sulle absidi
Descrizione generale del beneL’ex Monastero di San Martino, sito nella località omonima, a pochi km dal centro abitato, è uno dei tre edifici conventuali collocati nel Comune di Castino. La sua prima fondazione avvenne, con buona probabilità, tra l’XI e il XII secolo, anche se, la sua datazione, dato lo stato di alterazione dei ruderi risulta molto complessa. Questo, così come il Convento di Santa Maria delle Grazie, posto in località S. Bovo lungo uno dei numerosi tracciati che conducevano ad Alba, e il Monastero benedettino posto all’interno del centro abitato, erano molto ricchi e, spesso, le loro Badesse provenivano dalla famiglia Del Carretto.

Ad oggi, dell’antico convento femminile benedettino abbandonato già alla fine del XVI secolo, quando il Vescovo di Alba ordinò il trasferimento delle monache, rimane solo parte della chiesa ed, in particolare, due absidi affiancati, di chiara matrice romanica, da cui si può rileggere la presenza di un antico impianto a tre navate, ormai inglobato, in maniera incongrua, all’interno delle moderne strutture afferenti ad un’azienda agricola.
Presenza di elementi di pregioIl bene, nonostante sia ormai un rudere più volte rimaneggiato, conserva ancora alcuni degli apparati decorativi alto medievali. In particolare, di grande pregio sono le monofore che si aprono sulle due absidi superstiti, le quali presentano archivolti in pietra finemente decorati.
Interesse culturale del bene (c.d. vincolo)
Tipo interesseIl bene è sottoposto a specifica dichiarazione di interesse culturale (vincolo), secondo quanto disposto dall'art. 5 della L. 185/1902, dal 05-09-1909. Tale vincolo è stato poi ribadito, secondo gli art. 2 e 3 della L. 1089/1939, in data 27-12-1944 e iscritto in conservatoria il 15-01-1945 con n. 93.
Interesse pubblico del beneIl bene rappresenta uno dei tre conventi collocati all'interno del territorio del comune di Castino. In particolare, questo, per secoli, ha dominato le fertili pianure delle campagne ad ovest di questo piccolo centro fungendo da punto di riferimento sia visivo che religioso per gli abitanti del luogo.
Periodo di realizzazioneXI-XII secolo
Funzione in passatoIl bene nasce tra l'XI e il XII secolo con la funzione di monastero benedettino femminile ed ha avuto questa destinazione d'uso fino al XVI secolo.
Elementi di rilievo dal punto di vista storico-documentaleIl bene, nonostante il forte degrado e il suo stato di rudere, presenta ancora una porzione della torre campanaria e due absidi che continuano a mantenere un grande interesse storico ed artistico poiché documentano un'architettura romanica di grande ricchezza e spessore che è testimone tangibile di un grandioso passato.
Sito/URLhttp://vincoliinrete.beniculturali.it
Sito/URLhttps://www.langamedievale.it/monumenti-medievali-langhe/antico-monastero-s-martino/
Sito/URLhttp://www.comune.castino.cn.it/Home/Guida-al-paese?IDDettaglio=35336
Stato di conservazionePessimo
Motivazioni del degradoAspetti strutturali (fratture), Aspetti strutturali (crolli), Aspetti strutturali (mancanza di tetto), Superficiali (vegetazione)
Descrizione dello stato di conservazioneIl bene presenta un pessimo stato di conservazione poiché è stato inglobato all'interno di edifici di recente costruzione che ne hanno profondamente alterato l'immagine originale e deturpato molte sue parti, ad esempio con l'inserimenti di elementi in calcestruzzo armato. Inoltre, ciò che resta delle navate è completamente privo di copertura e molte porzioni sono ricoperte dalla vegetazione infestante.
ProprietàSoggetto privato
Tipologia soggetto privatoPrivato cittadino
Funzione attuale del beneIl bene è, attualmente, di un privato ed è utilizzato come deposito di attrezzi agricoli.
E’ raggiungibile da una strada?
E’ possibile avvicinarsi?
E’ possibile accedere all’interno?No
IndicazioniI resti dell'ex Convento sono raggiungibili dalla via San Martino che si collega al centro abitato di Castino attraverso la Strada Provinciale 429.

Il bene non è accessibile poiché posizionato all'interno di una proprietà privata.
E' aperto al pubblico?No
Altre notearch. Angela Lato

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra